INTERROGAZIONE PARLAMENTARI LEGA TRENTINI * ABBONAMENTI GRATUITI A RICHIEDENTI ASILO: ” RIVEDERE CON INIZIATIVA DEL GOVERNO L’ACCORDO SOTTOSCRITTO CON LA PROVINCIA DI TRENTO “

Al Ministro dell’interno – Per sapere – premesso che:

da tempo stanno suscitando tra i cittadini sconcerto e clamore i diversi articoli apparsi sulla stampa nazionale e locale nei quali si fa riferimento ad abbonamenti o titoli di viaggio gratuiti rilasciati a profughi e richiedenti asilo per poter usufruire gratuitamente del trasporto pubblico e locale;

anche recentemente, come riportato da diversi quotidiani, si è avuta notizia che solo nella Provincia di Trento, nel periodo 2013/2017, le smart card di libera circolazione Cat. G rilasciate ai richiedenti asilo, ospitati nella medesima provincia, per poter utilizzare gratuitamente i servizi di pubblico trasporto su tutto il territorio provinciale, sarebbero state ben 2.100, di cui 1.450 ancora in corso di validità con un utilizzo medio mensile sul sistema ferroviario di 1.000 titolari;

sempre a proposito di trasporto pubblico e locale, le cronache riportano altresì in crescita esponenziale in tutto il territorio nazionale le notizie di gravissimi episodi di aggressioni fisiche e verbali ai capitreno, agli autisti di autobus, al personale di servizio nonché ai viaggiatori, da parte di stranieri, tra cui anche richiedenti asilo, che pretendono di viaggiare senza un titolo valido, ed inoltre di diverse problematiche legate al comportamento di questi ultimi sui mezzi pubblici;

proprio in relazione al numero delle aggressioni avvenute sui mezzi di trasporto pubblico ed alle problematiche di ordine pubblico all’interno dei mezzi, autobus e treni, è di tutta evidenza che il problema non possa essere sottovalutato ed imponga necessariamente una immediata revisione delle scelte finora compiute;

a tale proposito si ritiene che quanto previsto dall’accordo sottoscritto tra la Provincia di Trento e il Governo nazionale in materia di abbonamenti gratuiti ai profughi sia da rivedere anche con una eventuale iniziativa diretta del Governo nazionale stesso;

quanti siano gli abbonamenti o i titoli di viaggio a titolo gratuito o a tariffe agevolate rilasciati negli anni dal 2013 al 2018, fino alla data odierna, rispettivamente a favore di titolari di protezione internazionale e di richiedenti asilo, sia complessivamente che per ogni singola provincia, quanti siano quelli attualmente utilizzati e quale sia la durata della loro validità, se tali titoli di viaggio siano nominali e quali controlli siano stati finora effettuati onde verificarne il corretto utilizzo anche riguardo ai motivi dei viaggi effettuati, quale sia stato il costo sostenuto, sempre negli anni sopra indicati, a carico  dello Stato e degli enti locali, per il rilascio di tali abbonamenti, quali provvedimenti immediati intenda assumere anche rispetto agli accordi sottoscritti con la Provincia di Trento al fine di contrastare gli episodi di violenza sopra richiamati e tutelare la sicurezza di personale e passeggeri e se non ritenga opportuno nell’immediato procedere alla revoca degli abbonamenti attualmente utilizzati e ad una revisione della normativa di riferimento, in particolare il proprio decreto del 10 agosto 2016, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 27 agosto 2016.

*

On. Giulia Zanotelli
On. Diego Binelli
On. Vanessa Cattoi
On. Maurizio Fugatti
On. Stefania Segnana