GIULIANI * INCENTIVI ALLE IMPRESE: ” AL VIA LA DELIBERA PER INTERVENTI A FAVORE DELLE AZIENDE CHE AUMENTANO GLI UTILI, INVESTONO IN SVILUPPO PRODUTTIVO E ASSUMONO GIOVANI “

Grande soddisfazione per la risposta dell’assessore Olivi al mio question time ieri in aula consiliare, con la quale ha confermato che entro due settimane sarà pronta la delibera che andrà a modificare i criteri e la modalità di concessione degli incentivi alle imprese. In particolare sarà attuato quanto previsto nel mio Ordine del giorno approvato lo scorso 20 dicembre.

La mia iniziativa prevede la concessione di incentivi in compensazione fiscale a favore delle Pmi, con sede in Trentino da almeno da cinque anni, che incrementano progressivamente il proprio reddito ed investono in nuove assunzioni, nello sviluppo produttivo e tecnologico dell’azienda.

L’assessore ha anticipato che l’intervento riguarderà tutte le fattispecie di spese sostenute dal primo gennaio al 31 dicembre 2018; la spesa ammissibile varierà da un minimo di 10 mila euro ad un massimo di 300 mila euro. La spesa massima ammissibile di questo incentivo sarà calcolata attraverso un moltiplicatore di cinque volte l’entità degli utili che sono stati realizzati e mantenuti in azienda.

Le domande potranno essere presentate entro il 30 settembre 2019, perché saranno presi in considerazione i redditi del 2018. Si darà la possibilità di avere più tempo per presentare le domande a valere sull’anno fiscale in corso, per il quale si sono operate le modifiche.

Sono convinto che sia necessario premiare con meritocrazia gli imprenditori più bravi, che sanno essere competitivi sul mercato e quindi creano ricchezza e posti di lavoro. In questo modo si aiutano le

imprese sane a crescere e a rafforzarsi.

Si tratta di un intervento stabile nel tempo, che incentiverà le imprese sane a migliorare ulteriormente attraverso:

rinnovo di materiali e macchinari;

investimenti in ricerca e sviluppo;

assunzioni giovani con competenze;

Inoltre le imprese trentine saranno invogliate a rimanere sul territorio, scongiurando il rischio di delocalizzazione. Le aziende delle regioni limitrofe, potrebbero invece essere interessate nel venire a produrre in Trentino, con effetti positivi sia in termini di posti di lavoro che di ricchezza.

Si salvaguardano le casse della Provincia, senza utilizzare soldi pubblici. Sostanzialmente il sostegno delle imprese si “paga da sé” attraverso il circuito virtuoso derivante dalla misura della compensazione fiscale.

Una politica economica nuova, l’esatto contrario dei finanziamenti “pioggia” che fanno sopravvivere aziende destinate a fallire nel giro di pochi anni.

Doveroso premiare gli imprenditori meritevoli, quelli in grado di contribuire a costruire il bene e il futuro del nostro territorio, per farlo crescere e consegnare un’eredità sana ai nostri figli.

 

 

*

Consigliere Luca Giuliani