GIANPIERO PASSAMANI E MICHELE SARTORI * STAZIONE LEVICO TERME (TN): ” KAFFEE BUFFET VERSO IL RECUPERO, NEI GIORNI SCORSI UN SOPRALLUOGO CONGIUNTO TRA TECNICI DI RETE FERROVIARIA ITALIANA E PAT “

«Kaffee Buffet alla stazione di Levico: verso il recupero». Nei giorni scorsi un sopralluogo congiunto tra tecnici di Rete Ferroviaria Italiana, proprietaria dello storico immobile, amministrazione comunale di Levico e funzionari della Sovrintendenza ai Beni artistici e del Servzio Trasporti della Provincia

Il Kaffee Buffet di Levico Terme, edificio in legno in stile liberty che affianca il fabbricato viaggiatori della stazione ferroviaria della cittadina termale, versa da tempo, come noto, in stato di abbandono.

Il pregio architettonico dell’edificio, tardo-ottocentesco, eretto in epoca asburgica a servizio della linea ferroviaria Trento-Primolano, ne amplifica la delicatezza dal punto di vista strutturale ed estetico.

Al danno d’immagine per le cattive e antiestetiche condizioni di conservazione, si è andato aggiungendo, negli anni, il pericolo di danni strutturali, di tenuta del fabbricato, e il pericolo conseguente per la sicurezza pubblica.

Il consigliere provinciale Gianpiero Passamani, dell’Unione per il Trentino, ha presentato mozioni e interrogazioni in consiglio provinciale per il recupero del fabbricato e una sua valorizzazione nell’ambito dell’offerta turistica levicense. L’ultimo documento firmato dal consigliere provinciale è del 12 luglio scorso.

In un’interrogazione a risposta scritta, si chiedeva se la Provincia Autonoma di Trento avesse sollecitato Rfi a un urgente intervento per evitare la definitiva e irreversibile compromissione statica ed estetica della struttura; se vi fosse la possibilità di concordare, in subordine, con la proprietà, iniziative di tutela artistica e architettonica del manufatto o delle sue componenti, in collaborazione con Provincia e Soprintendenza, e se fossero in cantiere progetti di recupero, restauro e valorizzazione della struttura, in loco o in una nuova destinazione di proprietà provinciale o comunale.

Lo scorso 3 ottobre c’è stato un incontro con sopralluogo alla struttura da parte dei referenti nazionali di Rfi dei tecnici del Servizio Trasporti della Provincia di Trento, della Sovrintendenza provinciale, con Sindaco Sartori Assm Bertoldi Cons Peruzzi del Comune di Levico.

Al termine dell’incontro, riconosciuto il valore artistico del Kaffee Buffet e la sua posizione strategica presso la stazione ferroviaria, ma anche all’incrocio dei percorsi ciclabili di Levico e in prossimità del collegamento con la pista ciclabile di fondovalle della Valsugana e nelle vicinanze del nuovo accesso a Levico da Via Sottoroveri, Rfi si è detta disponibile alla realizzazione di un progetto di recupero dell’edificio e al suo finanziamento.

 

 

*

Sartori Michele, sindaco di Levico Terme

Gianpiero Passamani, Consigliere regionale Upt