GHEZZI (FUTURA) – INTERROGAZIONE * FUGATTI E PUBBLICITÀ IN TEMPI DI PAR CONDICIO: « ESSERE “SOCIO ONORARIO” DEL CLUB ALFA ROMEO NON COSTITUISCE UN’OPERAZIONE DI AUTOPROPAGANDA? »

Il testo dell’interrogazione a risposta immediata del consigliere Paolo Ghezzi, che sarà discussa durante il prossimo Consiglio Provinciale (18-19 giugno 2019), che interroga il presidente della Provincia sulla sua azione di autopropaganda e di pubblicità in tempi di par condicio elettorale.

 

*

Egregio signor
Walter Kaswalder
presidente del Consiglio provinciale
SEDE

Interrogazione a risposta immediata

FUGATTI FA (E SI FA) PUBBLICITÀ IN TEMPI DI PAR CONDICIO

Premesso che l’ufficio stampa della Provincia ha diramato il 4 giugno 2019 il seguente comunicato, intitolato «Il presidente Fugatti “socio onorario” del Club Alfa Romeo di Bolzano»: «Il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti è diventato “socio onorario” del Club Alfa Romeo di Bolzano. La consegna della tessera (..) è avvenuta nel pomeriggio di oggi presso il palazzo della Provincia (..). I responsabili del sodalizio (..) oltre a invitare Fugatti a partecipare ad uno dei loro prossimi raduni, hanno espresso la loro soddisfazione per la scelta della Provincia di dotarsi (..) di un’Alfa Romeo, marchio italiano. Il presidente ha ricordato che si è fatta questa scelta anche tenendo conto del costo del noleggio dell’Alfa Romeo (..)».

SI INTERROGA IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI TRENTO PER SAPERE

se non ritenga che tale endorsement “commerciale” presso il palazzo della Provincia mentre vige la par condicio elettorale (rispetto ai ballottaggi del 9 giugno 2019) così come disciplinata dalla legge 28 del 22 febbraio del 2000, che vieta espressamente a tutte le Amministrazioni Pubbliche di svolgere attività di comunicazione, “ad eccezione di quelle effettuate in forma impersonale ed indispensabili per l’efficacia assolvimento delle proprie funzioni” e perfino le sedute del consiglio provinciale continuano ad essere oscurate per lo streaming, costituisca un’indebita operazione di autopropaganda, oltretutto per fare pubblicità a una marca automobilistica, seppur “italiana”.

 

*

PAOLO GHEZZI
consigliere provinciale FUTURA 2018