MUSE: LE STRATEGIE PER IL 2020

Gruppo Dolomiti Energia Utili in crescita, rapporti sindacali all’osso. Lunedì 15 aprile si è tenuto l’incontro presso il Commissariato del Governo di Trento tra le Organizzazioni Sindacali di categoria FILCTEM CGIL, FLAEI CISL, UILTEC UIL e Dolomiti Energia per esperire il tentativo di conciliazione/raffreddamento a seguito della proclamazione dello stato di agitazione, come previsto dalle leggi 146/90 e 83/00 vigenti in materia di scioperi nei servizi pubblici essenziali.

I temi affrontati sono stati quelli che hanno determinato lo stato di agitazione: diversa interpretazione su CCNL Energia, comunicati unilaterali non contrattualmente previste su ferie permessi.

Tutto questo in modo del tutto singolare rispetto ai comportamenti tenuti in tutte le altre Aziende del settore, dove si sono raggiunti ACCORDI soddisfacenti per entrambe le parti, mentre in Trentino, nonostante gli incassi record del Gruppo Dolomiti Energia, ci si ritrova a dover scioperare per tentare di raggiungere ad un accordo che nulla ha di straordinario se non una “fotocopia” di quelli già stipulati in molte altre Aziende.

Le relazioni sindacali sono pressoché ridotte all’osso, dove spesso su molti tavoli si parte da punti di vista diametralmente opposti, con comportamenti talvolta da “padre padrone” che finiscono con comunicati unilaterali senza diritto di replica.

Tutto questo crea un insoddisfazione generalizzata nelle OO.SS: e nei lavoratori che determinano un clima lavorativo essenzialmente sgradevole con le conseguenze che questo clima può portare. Siamo si lavoratori subordinati al CCNL, ma ad una sua corretta e condivisa applicazione.

Pertanto convinti che il dialogo non possa essere unidirezionale e nonostante noi crediamo molto nel dialogo pur che sia sostenibile,

Prendiamo atto che non sussistono le condizioni minime per sospendere lo stato di agitazione, persisteremo nella completa chiusura di tutti i tavoli e procederemo nei prossimi giorni ad organizzare le assemblee sui posti di lavoro e la proclamazione dello sciopero delle prestazioni di lavoro straordinario programmato, gli spostamenti di orario, le prestazioni eccedenti il normale orario di lavoro compensate come ore viaggio.

 

*

Le Segreterie Regionali del Trentino FILCTEM – FLAEI – UILTEC