FUGATTI * QUOTE ROSA: QUESTA LEGGE PER LE DONNE DELLA LEGA TOGLIE LA POSSIBILITÀ ALL’ELETTORE DI ESPRIMERE UNA PREFERENZA LIBERA

Questo pomeriggio, presso la sede della Lega Nord Trentino, si è tenuta una conferenza stampa indetta dalle donne del Carroccio per rimarcare quella che è la posizione sulla modifica alla legge elettorale approvata durante l’ultimo Consiglio provinciale.

Le esponenti del Movimento hanno sottolineato che la norma in realtà non solo è profondamente discriminatoria nei confronti del genere femminile (relegandolo ad una sorta di categoria privilegiata), ma lede nei fatti il diritto di espressione della preferenza da parte dell’elettore (da un lato riducendo le preferenze da 3 a 2 e dall’altro introducendo un “vincolo” sulla seconda preferenza che può andare a scapito anche delle donne stesse).

La modifica introdotta potrebbe anche rivelarsi penalizzante e la possibilità di essere elette potrebbe essere ancora inferiore ad oggi, nel caso in cui l’elettore scegliesse di esprimere solamente una preferenza e decidesse di farlo a favore di un candidato di genere maschile.

La Lega Nord Trentino ha sempre valorizzato la presenza delle donne sia all’interno del Movimento, che all’interno delle Istituzioni, a differenza dei partiti di maggioranza che finora, nonostante i proclami, hanno dimostrato il contrario.

Le donne del Carrocio sottolineano che il fatto che tale norma (ritenuta da chi l’ha sostenuta un incentivo all’elezione delle donne) non sia stata presentata anche per i consigli comunali è la dimostrazione che è una legge ad hoc per poche donne, mascherata come una legge per tutte le donne.

Il Segretario Fugatti, espressione della Lega Nord Trentino all’interno del Consiglio Provinciale prima di votare la proposta ha interpellato le donne del Carroccio, che gli hanno chiesto di mantenere una posizione contraria.

Per quel che riguarda la possibilità di appoggiare o meno un Referendum in materia, sarà il direttivo provinciale del Partito ad esprimersi ed a dettare la linea da tenere.

L’approvazione di questa legge per le donne della Lega non rappresenta un’occasione per festeggiare, perché toglie la possibilità all’elettore di esprimere una preferenza libera, senza valorizzare la donna e le capacità della stessa in quanto individuo, al pari dell’uomo.

 

*

Alla Conferenza stampa erano presenti:

Maurizio Fugatti
Segretario Nazionale Lega Nord Trentino

Giulia Zanotelli
Consigliere comunale di Cles e Segretaria Sezione Val di Non

Monica Ceccato
Consigliere comunale di Lavis e Segretaria Sezione Lavis

Stefania Segnana
Consigliere comunale di Borgo Valsugana e Segretaria Sezione Borgo Valsugana

Mara Dalzocchio
Presidente del Consiglio Comunale di Rovereto

Claudia Postal
Consigliere comunale di Trento

Martina Loss
Consigliere della circoscrizione Centro Storico Piedicastello a Trento e Segretaria Sezioni Tesino-Bieno e Primiero Vanoi

Cristina Linardi
Consigliere della circoscrizione S.Giuseppe e S.Chiara a Trento