FUGATTI * PUNTO NASCITE CAVALESE: ” LA VOLONTÀ DEL MINISTERO DELLA SALUTE È ARRIVARE NEL BREVE PERIODO A DARE ATTUAZIONE FATTIVA ALLA DEROGA GIÀ CONCESSA “

Con riferimento alle recenti notizie sulla riapertura del punto nascite di Cavalese e a seguito di una comunicazione giunta al sottoscritto dalle istituzioni territoriali della Valle di Fiemme che chiedevano un interessamento del Ministero della Salute su tale questione, nei giorni scorsi si è svolta una riunione tecnica al Ministero della Salute alla presenza dei responsabili del Ministero e della Azienda Sanitaria Trentina.

In tale sede si sono approfondite le questioni tecniche che rischiano di portare ad una riapertura del punto nascite troppo procrastinata nel tempo attendendo la costruzione di una nuova sala operatoria, nonché i rischi di depotenziamento di reparti esistenti qualora fossero messe a disposizione sale operatorie già operative a fronte di una riapertura nel breve periodo.

La volontà reciproca dimostrata in tale sede sia dai tecnici del Ministero della Salute che da quelli della Azienda Sanitaria Trentina, è stata quella di arrivare nel breve periodo a dare attuazione fattiva alla deroga già concessa per l’ospedale di Cavalese, garantendo in primo luogo la sicurezza della struttura nei confronti di chi usufruirà del punto nascite.

A questo proposito sono state analizzate le questioni tecniche della messa a disposizione di una sala operatoria ad hoc, nella fattispecie quella di chirurgia, per garantire la sicurezza del parto così come richiesto dal Comitato Percorso Nascite Nazionale e sono stati approfonditi anche gli eventuali rischi di depotenziamento temporaneo del reparto di chirurgia.

Su tale aspetto, dal confronto tra i tecnici presenti, sono stati ipotizzati percorsi che da una parte garantiscano la riapertura a breve del punto nascite e dall’altra non compromettano la continuità di reparti già esistenti nell’ospedale di Cavalese.

L’auspicio di tutti è che i doverosi approfondimenti ancora in corso e le verifiche tecniche precise e puntuali conseguenti possano permettere la percorribilità di tale ipotesi.

 

*

On. Maurizio Fugatti