FUGATTI – INTERROGAZIONE * OSPEDALE DI CAVALESE: BASTANO LE PROCEDURE STANDARD PER RISPONDERE ALLE NECESSITÀ DEI CITTADINI?

Interrogazione. Ospedale di Cavalese: bastano le procedure standard per rispondere alle necessità dei cittadini? Una ulteriore incresciosa vicenda, legata all’Ospedale di Cavalese, ha scatenato la reazione degli abitanti delle Valli di Fiemme e Fassa: un intervento descritto dettagliatamente sui social dalla mamma di una neonata di un mese, che ha vissuto un’esperienza travagliata.

Il trasferimento dal Pronto soccorso di Fiemme al Santa chiara di Trento, è stato decisamente avventuroso e preoccupante, al limite del paradosso se non fosse che si trattava della salute della propria piccolissima bambina. Prima la corsa all’Ospedale di Cavalese, poi la richiesta dell’elicottero che causa il maltempo non è potuto decollare, l’attesa dell’ambulanza e poi per finire, i genitori non hanno potuto accompagnare la loro piccola in ambulanza perché questa pare avesse il sedile rotto!

I sanitari, ai quali non si possono sicuramente addossare responsabilità in quanto anche loro sono vittima di scelte politiche scellerate, che hanno portato alla chiusura del punto nascita a Cavalese e alla precaria assistenza pediatrica, sono intervenuti in base a protocolli standardizzati e tutto si è risolto fortunatamente nel migliore dei modi.

Ma questa vicenda, sommata ad altre avvenute in precedenza, non fa altro che alimentare le ansie e le insicurezze di chi vive distante dalla città e si trova catapultato in situazioni di emergenza sanitaria difficili da gestire e da accettare.

 

*

Tutto ciò premesso, si interroga il Presidente della Provincia per sapere:

1. se sia a conoscenza del fatto sopradescritto;

2. a due anni circa dalla partenza della riorganizzazione sanitaria, eccellenza trentina, come si possa ritenere che episodi come quello sopra citato possano essere tollerati, anche perché non si tratta di un caso isolato ma dell’ennesimo grave disservizio sempre e solo a scapito delle fasce più deboli della popolazione. Si chiede altresì una valutazione dell’Assessore competente;

3. Quando si ritiene possa riaprire il punto nascite di Cavalese.

A norma di Regolamento, si chiede risposta scritta.

 

*

Cons. Maurizio Fugatti