FORZA ITALIA – PEREGO * QUESTORE DI TRENTO: ” SORPRENDE CHE IL DOTTOR D’AMBROSIO SI RIVOLGA CON PAROLE QUASI AFFETTUOSE AI GRUPPI ANARCHICI E SI PREOCCUPI DEL LORO FUTURO “

Forza Italia del Trentino saluta il Questore di Trento, dottor Massimo D’Ambrosio, che lascia oggi il proprio incarico nella nostra Provincia di Trento.

Ringraziandolo per l’attività svolta e augurandogli il meglio per i suoi prossimi impegni, Forza Italia prende atto dei risultati raggiunti come esposti ieri alla stampa e delle parole dell’ex Questore.

Parole dedicate soprattutto al fenomeno della presenza di gruppi anarchici ai quali il dottor D’Ambrosio si rivolge con parole quasi affettuose, preoccupandosi del futuro di queste persone che negli ultimi anni hanno potuto fare quasi tutto quello che hanno voluto nella città di Trento, occupando immobili e compiendo raid squadristi contro forze politiche del centro-destra.

Ma quello che davvero sorprende nelle parole del dottor D’Ambrosio è la totale assenza di qualunque accenno allo stato della sicurezza in alcune aree della città di Trento, dove da anni i cittadini convivono con forme palesi di illegalità e di violenza.

Le zone della stazione ferroviaria, dei giardini di Piazza Dante, di Santa Maria e della “Portela” hanno visto in questi anni insediarsi e fortificarsi presenze dedite allo spaccio indisturbato di droghe con quasi quotidiane risse tra bande rivali o tra spacciatori e clienti : una situazione di degrado che è stata più volte denunciata al Sindaco ed al Questore ma che non ha mai trovato non solo soluzione ma nemmeno ascolto.

Ricordiamo la manifestazione dei cittadini di Trento di qualche mese fa nella quale a gran voce i presenti chiedevano proprio al Questore di “ridare il buon umore” ai cittadini della zona, spaventati e ormai al limite della sopportazione.

Un appello rimasto inascoltato nonostante al Questore non possano essere sfuggiti i quotidiani filmati dei cittadini nei quali si documentavano risse, atti di spaccio alla luce del sole, bivacchi e atti di inciviltà urbana.

Ai cittadini non è sfuggita l’impotenza degli uomini e delle donne delle forze dell’ordine, impegnate in una battaglia quotidiana che non possono vincere se l’ordine di vincere non viene dato.

Agli uomini delle Forze dell’Ordine va il plauso ed il ringraziamento di Forza Italia, al dottor D’Ambrosio l’augurio di una buona pensione.

 

 

*

Maurizio Perego

Commissario provinciale Forza Italia del Trentino