FLICORNO D’ORO – RIVA DEL GARDA (TN) * LA CALABRIA SBANCA, DUE COMPLESSI SUL PODIO PIÙ ALTO

È stata l’Orchestra giovanile di fiati “Giuseppe Scerra” di Delianuova in provincia di Reggio Calabria, a vincere la ventesima edizione del Concorso Bandistico Internazionale “Flicorno d’Oro” di Riva del Garda.

La competizione musicale si è conclusa ieri sera (domenica) al Palazzo dei Congressi dopo che per tre giorni 37 complessi bandistici provenienti da tutta Europa si sono sfidati a suon di note. In una Sala 1000 gremita di pubblico e con un tifo da stadio sono stati proclamati i vincitori delle varie categorie.

Il complesso calabrese ha ottenuto il primo premio nella categoria di appartenenza ed essendo stata la banda che ha ottenuto il punteggio massimo, 93,79 punti, si è aggiudicata il Trofeo Flicorno d’Oro 2018. Inoltre il maestro Gaetano Pisano si è visto assegnare un premio speciale quale miglior maestro in gara.

Rimanendo a Reggio Calabria, questa volta nell’area urbana della città, la Banda Giovanile di Melicucco si classificata al primo posto nella terza categoria. Nella stessa categoria secondo posto per il Corpo Bandistico di Caravaggio e terzo posto per la tedesca Jugendkapelle der Stadtkapelle Bad Griesbach.

Il premio premio della seconda categoria è andato alla Banda d’Istituto del Liceo “Veronica Gambara” di Brescia, seguito dalla Musikverein Gaspoltshofen (Austria) e dall’Orchestra di fiati “Giovanni Verga” di Modica.

Nella prima categoria, quella dove ha gareggiato la banda di Delianuova, il podio è tutto italiano: al secondo posto la Banda Comunale “Città di Villa Santo Stefano” e al terzo il Corpo Bandistico Città di Bussolengo.

All’Uniò musical de Muro (Spagna) è andato il primo premio della Categoria Superiore seguita dalla Blasorchester der Jugendmusik Kreuzlingen (Svizzera).

Infine nella Categoria Eccellenza la giuria ha ritenuto di non assegnare il primo premio relegando i due complessi partecipanti al secondo e terzo posto, rispettivamente la Blaserphilharmonie der Stadtkapelle Vertingen (Germania) e la Filarmonica Sestrese.

Un Flicorno d’Oro quindi che sul podio delle classifiche parla molto italiano.

Forse è il segno di una lenta ma continua crescita della realtà bandistica del Bel Paese grazie all’impegno di una nuova generazione di musicisti e insegnanti che hanno saputo guardare a quei paesi del Nord Europa e di oltre Oceano dove la tradizione bandistica vanta le massime espressioni.

Soddisfatto il direttore artistico, Marco Somadossi: “In questa edizione del concorso è stata rilevante la partecipazione da parte delle bande giovanili e di quelle scolastiche con riscontri qualitativi di notevole spessore.

Molto interessante è stata anche l’affluenza di pubblico e di addetti del settore che conferma il Flicorno d’Oro quale punto di incontro delle migliori bande d’Europa.

Personalmente sono molto soddisfatto di questa mia prima esperienza alla guida del Flicorno e posso dire che sono già al lavoro per preparare la prossima edizione con interessanti novità”.

Il Concorso Internazionale Bandistico Flicorno d’Oro si conferma così, dal lontano 1992, come un importante momento di confronto tra complessi bandistici internazionali che vedono la partecipazione alla competizione come un’occasione di crescita musicale.

Il concorso di Riva del Garda è cresciuto di edizione in edizione sia come numero dei complessi partecipanti sia come prestigio. Attualmente è ritenuto uno dei più importanti in Europa, il secondo dopo il World Music Contest (Wmc) di Kerkrade (Olanda).

Molte sono le bande che ritornano, indice della qualità del concorso e dell’ottima organizzazione affidata all’omonima Associazione Flicorno d’Oro, presieduta da Tiziano Tarolli, in collaborazione con il Corpo Bandistico di Riva del Garda e la Federazione dei Corpi Bandistici della Provincia di Trento. L’appuntamento è già fissato per l’aprile 2019.