FEDERAZIONE TRENTINA PRO LOCO E LORO CONSORZI * APERTURA IMPIANTO SCIISTICO BOLBENO: AL VIA DAL 7 DICEMBRE

La “pista da sci dei volontari” apre al pubblico a tempo di record: quest’anno già dal 7 dicembre si potrà sciare al Centro Sci Bolbeno – Borgo Lares, a soli 575 metri di quota.

Una pista da sci davvero unica quella di Bolbeno – Borgo Lares: non solo perché è l’impianto sciistico più basso d’Italia, ma anche perché è gestito interamente dalla Pro Loco di Bolbeno. Quest’anno anche un comune del bresciano usufruirà dell’offerta di corsi gratuiti per i bambini delle scuole materne.

E’ davvero grande la soddisfazione dei volontari e degli addetti ai lavori del Centro Sci Bolbeno – Borgo Lares, che quest’anno possono aprire la stagione sciistica con largo anticipo rispetto agli anni scorsi: merito di un sistema di innevamento migliorato rispetto allo scorso anno (sono stati installati altri due generatori di neve automatici), ma anche della grandissima determinazione dei gestori, che ha permesso di sfruttare al meglio il freddo di questi giorni garantendo un’apertura mai così precoce.

La stazione sciistica Bobeno – Borgo Lares è nata 50 anni fa sfidando tutti i pronostici: situata a soli 575 metri di quota (è la stazione sciistica più bassa d’Italia), creata per volere della Pro Loco locale e da questa gestita ancora oggi, è riuscita negli anni a migliorare costantemente la sua offerta, diventando oggi una stazione sciistica in crescita esponenziale ogni anno.

Un impianto importante non solo per la ricaduta economica che produce sul territorio, ma anche per il contributo apportato alla crescita sociale del luogo: l’impianto, infatti, durante la stagione invernale garantisce lavoro (direttamente o indirettamente) ad oltre 60 persone, oltre ad aver dato la possibilità a moltissimi bambini e ragazzi del posto di avvicinarsi allo sci, grazie all’ampia e democratica offerta di numerosi corsi di sci per tutte le età.

La stagione 2017-2018 si preannuncia ricca di novità per il Centro Sci Borgo Lares che, lo ricordiamo, dispone anche dell’illuminazione notturna. L’impianto anche in questa stagione sarà aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 13.00 alle 16.30, il sabato e la domenica con orario continuato dalle 9.00 alle 16.30; confermate le due aperture serali, il mercoledì e il venerdì dalle 18.30 alle 21.00, pensate per offrire un’opportunità in più per chi studia o lavora, ma anche per gli atleti dei vari Sci club, che spesso faticano a conciliare l’allenamento con la scuola.

Si arricchisce l’offerta di corsi di sci, fiore all’occhiello dell’impianto, tra cui ricordiamo il corso di avvicinamento e il corso per le scuole materne trentine convenzionate. Quest’anno ha aderito alla convenzione anche il comune bresciano di Nuvolento.

Le scuole materne aventi sede in uno dei Comuni convenzionati di usufruire gratuitamente, per un’intera giornata, del campo primi passi “Bolbenolandia” e delle relative attrezzature con il costo del trasporto con pullman a carico della Pro loco di Bolbeno, con pranzo offerto al ristorante La Contea. Un’offerta, questa, che testimonia l’attenzione ai più piccoli che ha sempre caratterizzato il Centro Sci.

Anche l’attrezzatissimo noleggio/laboratorio Sci è stato quest’anno ampiamente rinnovato, con quasi 200 paia di nuovi sci e scarponi marchiati Volkl: una scelta che va nella direzione, perseguita dalla Pro Loco di Bolbeno, di garantire agli utenti un altissimo standard qualitativo mantenendo prezzi contenuti. Una scelta premiante, se si guarda agli oltre seicento noleggi stagionali effettuati durante scorsa stagione invernale.

Una non-novità, ma che, come sempre, vale la pena sottolineare, sarà infine lo straordinario lavoro dei tanti volontari della Pro loco di Bolbeno, dello Sci Club Bolbeno e delle altre associazioni che collaborano, sia per l’organizzazione “logistica” della ski area, sia per la riuscita delle numerose manifestazioni: è solo grazie a loro se questo vero e proprio “miracolo” che non ha eguali lungo tutto l’arco alpino continua a rinnovarsi di anno in anno, migliorandosi sempre più e contribuendo a creare lo spirito di comunità che in futuro rappresenterà sicuramente un’arma vincente.