PAT - LA RICERCA IN TRENTINO

- ARTE SELLA -

Nel video gli interventi di:
MAURIZIO FUGATTI (presidente Provincia autonoma di Trento)
ACHILLE SPINELLI (assessore  Sviluppo economico, ricerca e lavoro)
FRANCESCO PROFUMO (presidente Fbk)
ANDREA SEGRÉ (presidente Fem)

Nella solennità dell’Epifania, in cui il neonato Gesù si manifesta ai Magi come Salvatore del mondo, l’arcivescovo Lauro ha presieduto stamani in cattedrale il. Nell’omelia Tisi ha citato Papa Francesco ed il suo appello a «non lasciarsi rubare la gioia», invitando a non cedere a quelli che monsignor Tisi chiama gli “Erodi del nostro tempo” e il loro «sistema di vita dominato da fretta, cinismo e indifferenza». Per l’arcivescovo trentino è importante «Lasciarsi stupire dal Bambino di Betlemme», una figura -è stato ricordato- «che evoca i bambini vittime dei mercanti di morte o ridotti in schiavitù». Monsignor Lauro ha poi sottolineato come «Non possiamo non nominare la storia e il dolore dei minori abusati da uomini di Chiesa, peccato che ci fa vergognare».
Infine il prelato ha parlato della Chiesa composta da sacerdoti: «Il sistema, compreso talvolta anche quello ecclesiale, ha paura di un Dio che si fa bambino, un Dio che non ha dove posare il capo e si fa mendicante e pellegrino, si ritrova profugo e senza casa. È questo Dio -conclude vescovo- la fonte della gioia». Nel pomeriggio alle ore 15.00, sempre in cattedrale, è prevista l’Epifania dei Popoli organizzata dal Centro Missionario Diocesano e guidata dal vescovo stesso, con la benedizione dei bambini e delle famiglie che rappresentano i popoli accolti in Trentino.

In allegato il documento contenuto nel comunicato stampa: