PAT * SEMINARIO KUNG FU TRADIZIONALE: OSPITI D’ONORE IL MAESTRO YANG LINSHENG CHE ACCOMPAGNATO DALLA MOGLIE LIU CHUNYAN HA FORMATO DECINE DI SEGUACI

Con il benvenuto del governatore Ugo Rossi, al via a Levico il seminario nazionale di Kung Fu tradizionale. Cina e Trentino, un’amicizia che continua.

Il fascino delle tradizioni e della cultura cinese ha conquistato Levico ieri pomeriggio dove, nella centralissima piazza della Chiesa, si è svolta la cerimonia inaugurale della settimana dedicata al Kung Fu tradizionale.

Ospiti d’onore il maestro Yang Linsheng che, accompagnato dalla moglie, Liu Chunyan ha formato decine e decine di seguaci e che per la seconda volta torna in Trentino per un appuntamento di richiamo nazionale. Ad accoglierli il presidente della Provincia autonoma di Trento, Ugo Rossi, che ha ricordato anche il rapporto di collaborazione tra Trentino e Cina in particolare nell’ambito dell’organizzazione e delle Olimpiadi invernali.

“Vi diamo il benvenuto in Trentino – ha esordito Rossi – terra dove da sempre si incontrano culture le più diverse. Ed è da questa attitudine all’incontro si colgono le opportunità per crescere insieme e guardare con fiducia al futuro. Quello che inauguriamo è un appuntamento che assume su di sé molte caratteristiche: la cultura, lo sport, la meditazione ma soprattutto l’amicizia e la voglia di conoscersi. Un messaggio importante che valorizza quella cultura del rispetto dell’altro di cui c’è sempre più bisogno”.

Ai saluti del governatore del Trentino si sono aggiunti poi quelli del responsabile dell’azienda di promozione turistica, Stefano Ravelli che ha invitato gli ospiti ad apprezzare tanto le bellezze del lago quanto quelle del Lagorai.

I maestri del Kung Fu rimarranno a Levico fino al prossimo 8 luglio. Proporranno ogni giorno lezioni suddivise in 4 sessioni. Accanto al maestro Yang Linsheng e alla moglie Liu Chunyan, al seminario prendono parte come docenti anche due allievi cinesi storici della coppia. Questo pomeriggio, dal palco ai piedi della chiesa di Levico, una quindicina di istruttori hanno dato una dimostrazione di una pratica millenaria che punta ad unire le capacità del corpo con quelle della mente, in una continua ricerca di equilibrio che ancora oggi non smette di affascinare.