DORIGATTI (FACEBOOK) * ” EBREI PER L’ITALIA 1915-1918 “: LA MOSTRA A PALAZZO TRENTINI TESTIMONIA LA PARTECIPAZIONE CONVINTA DEGLI EBREI ITALIANI ALLA GUERRA

Palazzo Trentini in quest’ultimo triennio ha promosso più di una mostra legata al ricordo della Grande Guerra che qui, fra queste valli, segnò i territori, le identità e le trasformazioni introdotte da una modernità incombente, ma aprì anche fratture dolorose e drammi individuali e collettivi dai quali, per alcuni versi, fatichiamo ancora ad uscirne.

Ma è nella convinzione che la storia di una simile tragedia non può ridursi al solo racconto degli accadimenti locali, ma deve saper spaziare su tutto l’orizzonte di ciò che accadde, che abbiamo promosso questa mostra, quale testimonianza importante del contributo espresso dalla Comunità ebraica italiana nel percorso politico – sociale di adesione all’interventismo prima ed al conflitto poi.

“Ebrei per l’Italia 1915-1918” testimonia e racconta la partecipazione convinta degli ebrei italiani alla guerra, all’interno di un processo di ricerca di assimilazione per guadagnarsi lo status di cittadini. Un itinerario per ragionare sull’origine del concetto di cittadinanza nell’Italia a cavallo tra Ottocento e Novecento.

Per larga parte dei cittadini italiani di fede e cultura ebraica la guerra sembrava rappresentare, da un lato la conclusione ideale del percorso risorgimentale e, dall’altro, il compimento di un’emancipazione che li portava ad essere, finalmente e dopo un lungo calvario di persecuzioni, diffidenze e segregazioni, cittadini di pari dignità e di pari diritti.

La mostra, infine, ha anche il grande pregio di riannodare un ulteriore filo di dialogo e di reciproca conoscenza fra il Trentino e l’ebraismo italiano, consentendo a questa terra di presentarsi, secondo una sua storica vocazione, come luogo dell’ospitalità, del dialogo e dell’incontro fra germanicità e latinità dell’Europa, nella consapevolezza che entrambe queste due culture tanto debbono alla grande lezione ebraica ed al portato complesso della sua cultura nelle molte declinazioni che essa ha espresso nei secoli.