DOMANI LA ‘GIORNATA DELL’AUTONOMIA’ E IL CONFERIMENTO A SOFIA CORRADI DEL ‘PREMIO DE GASPERI’, APPUNTAMENTO IN SALA DEPERO DEL PALAZZO DELLA PROVINCIA DI TRENTO ALLE 17.00

Appuntamento in Sala Depero del Palazzo della Provincia alle ore 17.00. Domani la “Giornata dell’Autonomia” e il conferimento a Sofia Corradi del “Premio De Gasperi”.

 

 

Domani, mercoledì 5 settembre, nell’anniversario della firma, avvenuta il 5 settembre 1946 a Parigi, dell’accordo De Gasperi-Gruber, si terrà la cerimonia per la Giornata dell’Autonomia 2018. Quest’anno è previsto il conferimento a Sofia Corradi, ideatrice di quel Programma Erasmus, del premio internazionale “Alcide de Gasperi: costruttori d’Europa”, giunto all’VIII edizione. Appuntamento alle ore 17.00, presso la Sala Depero del Palazzo della Provincia.

All’evento sono stati invitati anche gli studenti “Erasmus” dell’Università degli Studi di Trento. Proprio in tema di scambi e di Europa si terrà, sempre domani, la Giornata della mobilità dell’Euregio che permetterà, con l’abbonamento al trasporto pubblico locale e l’EuregioFamilyPass, di viaggiare gratis nell’intero territorio dell’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino. Infine, sabato 8 settembre, dalle 10 alle 18, ci saranno le ormai tradizionali “porte aperte alla cittadinanza” delle sedi istituzionali della Provincia, in piazza Dante e del Consiglio provinciale, a Palazzo Trentini in via Manci a Trento. Un’occasione per vedere dall’interno non solo i luoghi che ospitano le attività istituzionali ma anche le opere d’arte che ne abbelliscono i locali.

Il 5 settembre di ogni anno, come prevede la Legge provinciale 13 del 2008, il Trentino ricorda il giorno del 1946 in cui venne firmato l’accordo di Parigi da Alcide De Gasperi, presidente del consiglio e ministro degli esteri italiano e Karl Gruber, ministro degli esteri austriaco.

Come recita l’articolo 1 della legge, la giornata dell’autonomia è stata istituita “.. per celebrare la ricorrenza del riconoscimento alla comunità trentina dell’autonomia speciale e promuovere, nel rispetto del pluralismo culturale, lo studio e l’approfondimento storico-giuridico dell’autonomia trentina e delle istituzioni locali, nonché la conoscenza delle prerogative statutarie. Nella giornata dell’autonomia sono valorizzate le peculiarità culturali della comunità trentina, in particolare quelle delle minoranze linguistiche”.