DISTRETTI FAMIGLIA-VAL DI NON (TN): PAT, FOCUS SU CAPITALE SOCIALE ED ECONOMICO

(Fonte: Ufficio stampa Pat) – Il terzo Meeting dei Distretti famiglia: ancora aperte le iscrizioni. Si terrà venerdì 13 ottobre alle 9 a Sanzeno.

La terza edizione del Meeting dei Distretti famiglia si avvicina. Il tema di quest’anno farà focus su: “Distretti famiglia e infrastrutture sociali: capitale familiare, sociale ed economico”. Appuntamento a Sanzeno, venerdì 13 ottobre 2017, orario 9.00-13.30 presso Casa de Gentili.

Numerose testimonianze anche da fuori regione.

Sono ancora aperte le iscrizioni online sul sito www.trentinofamiglia.it .

Il Terzo Meeting dei Distretti famiglia segna un appuntamento fisso e atteso sul tema della rete di attenzione delle politiche a sostegno del benessere familiare nei territori della provincia di Trento.

Una dimensione territoriale vissuta e alimentata, quella dei Distretti famiglia, che dal 2010 ad oggi ha visto un trend in costante crescita, segno della sensibilità e dell’accresciuta attenzione che rivolgono le Comunità di valle, i Comuni e i privati alle politiche di benessere familiare.

In soli sei anni i Distretti si sono diffusi nella Provincia di Trento fino a coprire quasi tutto il territorio; ad oggi sono 19 e vi hanno aderito complessivamente 730 organizzazioni: associazioni familiari, soggetti del Terzo Settore, enti pubblici e privati, imprese, ecc.

Nuovi i Distretti tematici quale quello per l’educazione del Comune di Trento e quello Family Audit, le Palazzine di Spini di Gardolo.

Il Distretto Val di Non, che ospiterà questa terza edizione, è uno tra i primi costituiti: oggi la rete si compone di ben 60 organizzazioni: 23 enti pubblici (38%) e 37 organizzazioni private (62%). Tra gli aderenti al Distretto, le organizzazioni marchiate “Family in Trentino” sono 20.

I Comuni della Comunità che aderiscono al Distretto famiglia sono 16 e 10 di questi sono Comuni certificati “Amici della famiglia”.

Questo Terzo meeting discuterà del ruolo che i Distretti famiglia hanno in Trentino per generare reti familiari, sociali ed economiche e di come queste reti siano di fondamentale importanza per lo sviluppo del territorio anche fuori dal contesto trentino.

Il Meeting quest’anno sarà arricchito da esperienze “fuori porta”, quali quelle di Luca Barberini, assessore alla coesione sociale e welfare della Regione Umbria, e di Mario De Carolis, sindaco del Comune di Cascia (PG) che interverrà sul tema “Dopo il sisma.

Ricostruire legami sociali nelle zone terremotate”; le conclusioni saranno affidate a Giuseppe di Donato della Presidenza Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le politiche della famiglia.

 

 

 

 

 

 

 

Immagine: archivio Pat