DEPUTATI TRENTINI LEGA * MILLEPROROGHE: ” L’EMENDAMENTO SUI COMUNI VOTATO ANCHE DA PD, LE RISORSE ERANO STATE DICHIARATE ILLEGITTIME DALLA CORTE COSTITUZIONALE “

Milleproroghe: deputati trentini Lega, emendamento su Comuni votato anche da Pd. Le risorse erano state dichiarate illegittime dalla Corte costituzionale.

“L’emendamento sugli investimenti dei Comuni nel Decreto Milleproroghe è stato approvato quasi all’unanimità in Senato, con i voti anche del Pd.

Con la norma approvata del Decreto “Milleproroghe”, dal 1° gennaio 2019 gli enti locali saranno liberi di utilizzare gli avanzi di amministrazione. Il governo non ha fatto altro che dare seguito alle sentenze della Consulta, impegnando – per sbloccare gli avanzi – 1 miliardo di euro.

Ciò che aveva fatto invece il precedente governo è stato prendere in giro le Regioni italiane, e anche il Trentino, alle quali aveva promesso soldi che non si potevano spendere. Infatti, che le risorse del Bando Periferie destinate alla seconda tranche dei Comuni nella finanziaria del 2016 fossero inesistenti, lo ha detto la Corte Costituzionale, che ha infatti dichiarato incostituzionale il finanziamento della seconda parte dei Comuni.

Infatti, il Bando Periferie finanziato dal precedente governo per metà dell’importo complessivo era stato finanziato con risorse stanziate sulla base di una norma sulla quale è appunto intervenuta una pronuncia di illegittimità costituzionale (sentenza n. 84/2018).

Quindi il Governo ha deciso di utilizzare le risorse illegittimamente stanziate per le convenzioni per gli anni 2018 e 2019, per tutti gli enti locali, al fine di consentire a chi avesse avanzi di amministrazione di utilizzarli immediatamente per investimenti di opere pubbliche.

In ogni caso il Bando Periferie, ferme rimanendo le risorse complessivamente stanziate, viene solo posticipato al 2020. Quindi i Comuni che sono stati esclusi, ma che hanno avanzo di bilancio, ora lo potranno usare per dar seguito ai progetti che precedentemente avevano programmato”.

Così in una nota i deputati trentini della Lega Maurizio Fugatti, Diego Binelli, Vanessa Cattoi, Stefania Segnana e Giulia Zanotelli.