DE BERTOLDI (FDI) * IMPRESE: ” DI MAIO CHIARISCA LA POSIZIONE DEL MISE SULLA VENDITA DI GUZZINI, NOSTRA INTERROGAZIONE PER TUTELARE IL MADE IN ITALY “

Imprese. de Bertoldi (FdI): Di Maio chiarisca posizione Mise su vendita Guzzini. Interrogazione per tutelare Made in Italy.

“Il ministro dello Sviluppo economico Di Maio chiarisca qual è la posizione del ministero e del governo riguardo la vicenda della società Fimag-Mariano Guzzini, la più grande azienda di illuminotecnica italiana con un fatturato di oltre 232 milioni di euro e 1300 dipendenti in 170 Paesi nel mondo.

Ma anche quali sono le iniziative che il Mise intende intraprendere per migliorare i livelli di crescita e competitività della nostra Nazione, anche alla luce dei recenti allarmi del Copasir sui rischi derivanti dalle attività di cyber-spionaggio che esporrebbero le nostre imprese ad attacchi con ricadute negativo sul piano economico e finanziario”.

Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Andrea de Bertoldi, segretario della Commissione Finanze del Senato, che ha presentato un’interrogazione al ministro Di Maio in merito alla notizia, confermata oggi dai vertici di Guzzini, di un accordo tra il colosso industriale svedese Fagerhult e la stessa Guzzini per l’acquisizione di quest’ultima.

“Una trattativa di vendita – spiega de Bertoldi – che rappresenta l’ennesima dimostrazione della difficoltà del nostro Sistema-Paese nel favorire le imprese italiane a rimanere sul territorio nazionale ed evitare anche l’esternalizzazione della proprietà stessa”. “Il tutto è conseguente a politiche economiche inadeguate, legate ad un ricorso eccessivo a sussidi, alla carenza di infrastrutture e ad un sistema bancario spesso ostile.

È quindi necessario attivare politiche industriali attrattive capaci di incrementare i livelli di crescita e competitività del nostro sistema economico” conclude il senatore di FdI.

 

*

Senatore Andrea de Bertoldi

Fdi