DE BERTOLDI * DIRITTI CIVILI: ” PRESENTATA LA PROPOSTA DI LEGGE PER EVITARE IL RICONOSCIMENTO DEI FIGLI DELLE COPPIE OMOGENITORIALI “

“In entrambi i rami del Parlamento abbiamo presentato un disegno di legge, del quale al Senato sono promotore, per la modifica delle “norme in materia di trascrizione di atti di nascita di minori nati all’estero in violazione delle norme sulle procreazione previste dall’ordinamento italiano ed il riconoscimento dei figli”.

Troppo spesso assistiamo al triste fenomeno dell’elusione: le coppie omogenitoriali vanno all’estero, hanno figli e tornano in Italia registrando i propri figli.

Fratelli d’Italia vuole evitare che si giochi sulla pelle dei bambini. Nello specifico, il disegno di legge prevede 3 articoli: un inasprimento delle norme in materia di intrascrivibilità di atti formati all’estero se certificano uno stato conseguito attraverso il ricorso a pratiche illegali nell’ordinamento italiano anche se commessi all’estero; una modifica del codice civile che prevede il riconoscimento da parte della sola partoriente del figlio nato in una coppia omosessuale; il vincolo dell’ufficiale di stato civile ad attenersi alle prescrizioni precedenti.

Siamo arrivati al punto che in Puglia due attempati signori di cui un ex Presidente di Regione sono andati all’estero, si sono aggiudicati un figlio con l’utero in affitto, e poi girano la Puglia con il passeggino, mentre recentemente una coppia naturale italiana di poco più di cinquant’anni, uomo e donna, si è vista sottrarre il figlio solo perché considerata anziana. Sostanzialmente si permette alla coppia omogenitoriale di fare di tutto e di più, mentre alle famiglie normali è vietato.

Grazie alla sottocultura libertaria e sinistroide siamo arrivati al contrario di quello che dice il buon senso stravolgendo i valori cardine della nostra civiltà .”

È quanto afferma il Senatore Andrea de Bertoldi nel corso della conferenza stampa di questa mattina al Senato, sulla presentazione di esposti alle Procure della Repubblica contro le iscrizioni anagrafiche di figli di “due padri” e “due madri” da parte di numerosi sindaci italiani, su iniziativa della Fondazione CitizenGO Italia e dall’Associazione Generazione Famiglia.

 

*

Andrea de Bertoldi

Senatore Fdi