CTA CENTRO TURISTICO ACLI – TRENTINO * RILANCIÀTI I VALORI DEL TURISMO RESPONSABILE E SOSTENIBILE, COSTITUITA LA CONSULTA DEI VOLONTARI

Centro Turistico Acli: da turisti e viaggiatori responsabili. L’assemblea dei soci del Cta Centro Turistico Acli rilancia i valori del turismo responsabile e sostenibile. Costituita la Consulta dei volontari. Bilancio ed associati in crescita grazie alla rete e ai servizi delle Acli.

Numeri interessanti quelle presentati stamane all’Assemblea dei soci del Cta dal presidente Fabio Pipinato e dalla direttrice Marta Fontanari. Nel corso dello scorso anno oltre 3.500 persone hanno usufruito delle proposte offerte dal Cta.

I Viaggi e i Tour hanno coinvolgo 2.400 utenti mentre, grazie a particolari convenzioni che facilitano le famiglie i soggiorni mare e terme sono stati 800. Le gite di 1 giorno state 390.
Gli Associati al Cta nel corso del 2017 sono stati 2.850 con un sensibile aumento rispetto all’anno precedente.

Il bilancio del 2017 chiude in positivo e questo è un buon segnale di ripresa del settore anche se non si può essere mai certi, essendo il turismo molto sensibile a qualsiasi evento, nel mondo, che può sconvolgere immediatamente gli equilibri. (Vedi guerra in Sira che sta penalizzando tutto il Medio Oriente; situazione politica in Turchia; attentati a Parigi, Bruxelles, Londra ecc.).

Il Presidente Pipinato ha affermato che la scommessa dei prossimi anni sarà quella di fare del Cta un luogo di elaborazione culturale all’interno di una economia di mercato in cui la persona è il centro della progettazione.

È quello di veicolare i valori delle Acli attraverso un servizio qualificato. Valori e servizi sono due parole che ci spingono a crescere e riqualificarci in un panorama, di portata nazionale, che non ammette improvvisazioni in questo settore e che cerca relazioni qualitative e di valore aggiunto.

Il nostro modo di promuovere e fare turismo diviene occasione e testimonianza di professionalità e di contenuti.

Il turismo per noi, ha proseguito Pipinato non è solo un’attività di svago, ma un mezzo per costruire un rapporto equilibrato con l’ambiente, con la natura e per promuovere la conoscenza dei popoli e delle relative culture in un clima di integrazione e arricchimento reciproco.

Il Turismo Sociale, Solidale e Sostenibile sono i cardini dell’operare del Cta sia a livello Nazionale che locale.

Per questo la mission del Cta prevede di trasformare il turista in viaggiatore consapevole e responsabile sviluppando forme di cooperazione e mutuo aiuto attraverso il turismo.

Il Cta si avvale per questo di controparti nei paesi esteri che utilizzano la formula dell’albergo diffuso, che consumano nei ristoranti prodotti del proprio territorio, che rispettano particolari codici etici nei confronti dei dipendenti.

La grande risorsa del Cta sono i circa 30 accompagnatori volontari che dedicano il loro tempo libero, seguendo i partecipanti nelle varie iniziative e per questo verrà istituita a breve la Consulta dei volontari del Cta al fine di promuovere ulteriori iniziative umanitarie nei paesi destinatari delle proposte acliste.

Il Cta lavora in sinergia con gli altri servizi delle Acli contribuendo a mantenere viva la rete capillare di presenza del movimento sul territorio provinciale.

Un elemento di novità è poi rappresentato dalla crescente sinergia con i Circoli e i servizi aclisti (Caf e Patronato in particolare) presso le cui sedi vengono continuamente diffuse le proposte viaggio del Cta.

 

*
Mezzi e Proposte

Il Cta si rivolge ai propri associati tramite la sua rivista; Cta Turismo che viene inviata regolarmente per promuovere le proprie proposte di viaggio e le iniziative culturali.
Inoltre si avvale del proprio sito internet www.ctatrento.it oltre che di quello delle Acli.

Fra qualche giorno sarà attiva anche una App del circuito Acli in cui il Cta occupa la voce Tempo Libero: Aclinet.

Il Cta oltre ai viaggi culturali in Italia, i Tour in Europa, i Grandi Viaggi e gli Itinerari dello Spirito, anche nel 2018 proporrà viaggi solidali e sostenibili (Nepal e Vietnam) il cui ricavato andrà in parte a favore di progetti di cooperazione internazionale.

Prosegue la collaborazione con Ipsia (Istituto Pace e Sviluppo e Innovazione Acli) del Trentino, per sostenere il progetto Hotel de la Paix a Sevarè in Mali, dove vengono ospitate ragazze che frequentano le scuole superiori e che l’Isis ostacola, quindi troppo pericoloso il tragitto dalla scuola ai villaggi dove abitano.