COPPOLA (FUTURA) – INTERROGAZIONE * COLLEGAMENTO TRENTO-MESIANO-POVO: « LA PAT INTENDE SVILUPPARE UN PROGETTO CHE SEMPLIFICHI LO SPOSTAMENTO? »

In questi giorni la collina est di Trento è teatro di una raccolta di firme da parte del Comitato “Pedalando verso Mesiano” che chiede un collegamento veloce (funicolare o ascensore) da Trento a Povo e Mesiano. La petizione, rivolta al Comune di Trento, alla Provincia e all’ Università, una volta terminata la raccolta di firme sarà presentata in Comune a Trento tra giugno e luglio, durante la seduta monotematica sulla mobilità che si terrà probabilmente in quel periodo.

Propongono un ascensore obliquo, che vada dal fondovalle a Mesiano e Povo, da collegare al centro storico con nuove piste ciclabili (su via Grazioli e via Trieste) e con una nuova linea di autobus. E con un parcheggio coperto per le bici alla base.

Di un collegamento tra Trento e Povo, alternativo alla gomma, si è cominciato a discutere già nel 2005; vi sono stati studi di fattibilità, progetti che però sono caduti nel nulla.

Lo scopo principale di un tale collegamento è quello di ridurre i flussi di traffico privato legati agli spostamenti dalla frazione di Povo, alla città e viceversa. Un sistema di mobilità alternativo al traffico veicolare privato con conseguente riduzione dello stesso e che porterebbe anche un beneficio ambientale, con limitazione dell’inquinamento acustico e atmosferico.

A Povo studiano e lavorano circa 1800 persone, 4.100 sono a Mesiano, 500 nel centro di ricerca FBK, oltre ai quasi 6000 residenti. La linea di trasporto pubblico n. 5 di Trentino Trasporti è sempre affollatissima, specialmente negli orari di punta.

Ciò premesso si interroga il Presidente della Provincia di Trento per sapere:

quale sia l’orientamento della Giunta provinciale in merito alla realizzazione di un collegamento veloce (funicolare o ascensore) che colleghi Trento – Mesiano – Povo;

se ritenga che possa essere una soluzione percorribile per trasportare le persone in entrata ed uscita dai centri di ricerca e dall’Università, oltre a rappresentare una soluzione possibile per la mobilità della popolosa frazione di Povo;

se intenda, in accordo col Comune di Trento, l’Università e Trentino Trasporti, sviluppare un progetto che semplifichi e renda più agevole e sostenibile lo spostamento da Trento fino alla collina est di Trento.

 

*

Lucia Coppola
consigliera provinciale Futura 2018