CONSIGLIO REGIONALE TRENTINO-ALTO ADIGE SÜDTIROL * CODICE DEGLI ENTI LOCALI: IN UN TESTO UNICO OLTRE 29 LEGGI E SESSANT’ANNI DI NORMATIVA

E’ stato esaminato dalla Conferenza dei Capigruppo, riunitasi a Bolzano insieme ai membri della I Commissione legislativa del Consiglio regionale, il disegno di legge n.106: Codice degli Enti locali della Regione autonoma Trentino-Alto Adige/Südtirol. Il testo è stato presentato dalla Giunta regionale e si compone di 338 articoli. Raccoglie le disposizioni in materia di ordinamento degli Enti locali che si sono succedute in un arco di più di sessant’anni, dal 1950 al 2017, con 29 testi di legge e le successive modificazioni.

Il testo, tra le altre cose, ingloba e coordina l’intero procedimento per l’elezione degli organi comunali, tratta le condizioni di eleggibilità, recependo e sostituendo, tra l’altro, il Testo unico delle leggi regionali sulla composizione ed elezione degli organi delle amministrazioni comunali, e raccoglie e coordina per la prima volta le disposizioni in materia di referendum consultivo regionale previsto dall’Art. 7 dello Statuto d’Autonomia.

Il testo inoltre si adegua, attraverso alcuni emendamenti, alla normativa prevista dalla L.R. 1 del 5 febbraio 2018, approvata dal Consiglio regionale nella seduta di gennaio e prevede l’inserimento di un articolo in materia di referendum consultivo introdotto dall’Aula a dicembre con la legge collegata al bilancio della Regione nonché una correzione formale delle tabelle di cui agli allegati L/1 e L/2 del d.l. 106. Il Presidente ha ringraziato tutti i partecipanti per il clima collaborativo e costruttivo. Il testo sarà ora esaminato dalla Commissione competente, prima di approdare in aula nei prossimi mesi.