CONSIGLIO PROVINCIALE PAT – GIUNTA DELLE ELEZIONI * AMMINISTRATIVE TRENTINO 2018: ANALIZZATE LE POSIZIONI DEL SOTTOSEGRETARIO FUGATTI E DELL’ASSESSORE MELLARINI

Si è riunita stamane la Giunta delle elezioni del Consiglio provinciale. È stata analizzata la richiesta avanzata dal gruppo Lega Nord Trentino di pronunciarsi -in vista del deposito delle candidature per le prossime elezioni provinciali- sulla posizione dell’attuale sottosegretario di Stato al Ministero della Salute, in relazione alla disciplina sulla compatibilità ed eleggibilità a consiglieri provinciali, contenuta nella legge elettorale trentina (l.p. 2/2003).

Alla lettera a) dell’articolo 15 essa stabilisce che non sono eleggibili al Consiglio provinciale i “membri del Governo”. La questione è dunque se il sottosegretario trentino -nel caso di sua candidatura al Consiglio provinciale- possa essere considerato appartenente al Governo in carica.

La Giunta delle elezioni oggi ha unanimemente ritenuto di dichiararsi non competente in tema, in quanto allo stato il sottosegretario non è un consigliere provinciale: spetterà dunque alla Giunta delle elezioni formata dal prossimo Consiglio provinciale valutare la posizione di tutti i candidati che usciranno eletti dal voto del 21 ottobre prossimo. La Costituzione (art. 92) recita: “Il Governo della Repubblica è composto del Presidente del Consiglio e dei ministri, che costituiscono insieme il Consiglio dei ministri”.

La Giunta stamane ha poi escluso vi sia incompatibilità fra la carica di consigliere provinciale dell’assessore che a giugno è stato nominato presidente della Fisi (Federazione degli sport invernali).

È stato rilevato che la Fisi non ottiene alcun finanziamento da parte della Provincia Autonoma e persegue inoltre scopi puramente sportivi, situazione che porta a escludere incompatibilità, anche a fronte dell’orientamento restrittivo sin qui adottato dalla Giunta delle elezioni nell’interpretazione della Legge elettorale provinciale.