PAT - LA RICERCA IN TRENTINO

- ARTE SELLA -

Nel video gli interventi di:
MAURIZIO FUGATTI (presidente Provincia autonoma di Trento)
ACHILLE SPINELLI (assessore  Sviluppo economico, ricerca e lavoro)
FRANCESCO PROFUMO (presidente Fbk)
ANDREA SEGRÉ (presidente Fem)

La Comunità di Valle in Trentino con maggiore spesa per il personale risulta essere quella della val d’Adige (con il “peso” del capoluogo Trento a rappresentare il centro di costo più significativo) con un ammontare annuo pari a 60 milioni e 762 mila euro. Il dato emerge dall’elaborazione dei dati diffusi dall’Ispat (il servizio Statistica della Provincia autonoma di Trento). Al secondo posto si posiziona la Comunità della Vallagarina, che spende invece 34 milioni e 363 mila euro. Al terzo posto la Comunità Alta Valsugana e Bernstol, che per i dipendenti dedica 17 milioni e 492 mila euro del proprio bilancio. La realtà che costa meno alle casse pubbliche  quella della Paganella, che computa “solo” 2 milioni e 793 mila euro nel proprio capitolo delle uscite per il personale. In totale le 15 Comunità di valle costano ogni 365 giorni circa 213 milioni, pertanto poco più di 800 mila euro al giorno lavorativo (quindi attorno a 100 mila euro ogni ora). I dati si riferiscono all’anno 2015.

 

 

In allegato la tabella grafica contenuta nel comunicato stampa: