COMUNE DI TRENTO * PREMIO PAOLO CARACRISTI PER L’AMBIENTE 2017: SONO STATI PROCLAMATI UFFICIALMENTE QUESTA MATTINA I VINCITORI DELLA QUARTA EDIZIONE

Sono stati proclamati ufficialmente questa mattina i vincitori della quarta edizione del premio Paolo Caracristi per l’ambiente, istituito dal Comune di Trento e da Dolomiti Ambiente per onorare la memoria di Paolo Caracristi, dipendente del servizio ambiente del Comune prematuramente scomparso, e in particolare il suo stile di vita, ispirato a principi di sobrietà, rispetto per l’ambiente, responsabilità individuale, amore per la propria comunità e per i più giovani.

Quest’anno il premio era riservato alle associazioni scout operanti sul territorio comunale, in cui Paolo ha operato a lungo e in vari ruoli, e prevedeva la possibilità di premiare attività relative a “progetti di cura e ripristino ambientale, di valorizzazione del territorio e delle tradizioni e storia locali, di pulizia e rimozione di rifiuti abbandonati, di coinvolgimento dei ragazzi e dei giovani in azioni di volontariato e di cittadinanza attiva” svolte nel corso del 2017.

Hanno partecipato i gruppi: Agesci Trento 4, Agesci Trento 8, Agesci Trento 11, Agesci Trento 12, Agesci Gardolo 1, Corpo nazionale giovani esploratori ed esploratrici italiani (Cngei), Associazione scouts musulmani italiani(Asmi).

La Commissione, della quale fanno parte rappresentanti dell’Amministrazione comunale, di Dolomiti Ambiente e della famiglia di Paolo Caracristi, ha espresso vivo apprezzamento per tutte le iniziative realizzate dai diversi Gruppi Scout nel corso del 2017 ed ha deciso all’unanimità di assegnare i seguenti riconoscimenti:

premio di 1.500 euro al Corpo nazionale giovani esploratori ed esploratrici italiani (Cngei) per l’iniziativa “Il forte rinato” che ha visto la sistemazione e gestione della Batteria Roncogno-Forte Cimirlo.

Il forte viene gestito dal Gruppo Cngei dal 2016. L’impegno sottoscritto è quello di rendere fruibile la struttura con aperture al pubblico e l’organizzazione di colonie estive diurne per bambini.

Nel corso del 2017 il forte è stato oggetto di 56 diverse attività culturali e ludiche, oltre a ospitare per 8 settimane la colonia estiva. Sono state investite circa 100 ore di volontariato ogni mese con l’ausilio di adulti e giovani soci iscritti.

La Commissione ha valutato positivamente diversi elementi, tra i quali la pregevole qualità del progetto realizzato, la continuità garantita nel tempo, i risultati assai positivi finora raggiunti, la quantità di volontari coinvolti.

premio di 800 euro al gruppo Agesci Gardolo 1 per l’iniziativa “Consumo consapevole” che ha riguardato la gestione del servizio di stoviglie lavabili nel corso dell’evento “Tut Gardol ‘n festa”, tenutosi nelle giornate dall’8 al 10 settembre 2017.

La somministrazione delle migliaia di pasti forniti durante tutta la festa è stata effettuata per la prima volta con stoviglie lavabili, mentre nelle edizioni passate si sono sempre utilizzati piatti e posate in plastica.

Le stoviglie sono state noleggiate da una ditta esterna e tutto l’approvvigionamento è stato curato dal Gruppo Agesci Gardolo 1. Le stoviglie sporche venivano ritirate dai volontari con concomitante sostituzione con nuove stoviglie pulite. Tutte le stoviglie la sera venivano riconsegnate al noleggiatore per il lavaggio e veniva ritirata la nuova fornitura per il giorno seguente.

L’iniziativa ha consentito una consistente riduzione dei rifiuti prodotti dalla festa ed anche una sensibilizzazione dei frequentatori sulla necessità di gestire con responsabilità i propri rifiuti.

La Commissione ha valutato in maniera molto positiva in particolare il grande numero di volontari coinvolti, la qualità della proposta ambientale realizzata ed i notevoli risultati raggiunti in termini di riduzione di rifiuti prodotti. Auspica che l’iniziativa venga replicata anche nelle edizioni future della festa.

premio di 350 euro al gruppo Agesci Trento 12 per l’iniziativa “Follemente Festival”, organizzata con e per gli utenti della Casa del Sole, struttura dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari di Trento che accoglie persone seguite dal centro di salute mentale e con cui il gruppo collabora da tempo, svolgendo regolarmente attività di volontariato.

Il 27 maggio 2017 è stato realizzato un laboratorio per la costruzione di aquiloni. L’iniziativa intendeva aprire la struttura alla realtà esterna creando una sinergia positiva tra i residenti nel quartiere e gli ospiti della Casa.

Inoltre l’8 aprile il gruppo ha organizzato una giornata di pulizia del quartiere con rimozione dei rifiuti abbandonati, aderendo al progetto “Al mio quartiere ci penso anch’io”. Anche in questa occasione sono stati coinvolti diversi soggetti esterni, come varie associazioni e i richiedenti asilo della Residenza Fersina.

La Commissione ha valutato molto positivamente la continuità dell’impegno del Gruppo nella vita del quartiere, la sua presenza continuativa all’interno delle diverse realtà sociali, il coinvolgimento ampio dei giovani del quartiere.

Premio di 350 euro al gruppo Agesci Trento 11 per l’iniziativa “Vivi il tuo quartiere: una giornata per il bene comune”.

La giornata si è tenuta il 1 aprile 2017 e due diversi gruppi, il primo di bambini (lupetti) ed il secondo formato da ragazzi tra i 12 e 16 anni, hanno provveduto alla pulizia e cura delle aree pubbliche del parco di Gocciadoro e del parco in cima a via Gorizia (raccolta rifiuti abbandonati, manutenzione e verniciatura panchine).

Anche in questo caso è stata ricercata la collaborazione di altre realtà sociali, in particolare dei richiedenti asilo della Residenza Fersina, con l’obiettivo di radicare anche in questi ospiti il rispetto per il bene comune e la cura dell’ambiente.

La Commissione ha valutato positivamente il coinvolgimento di numerosi ragazzi a partire già dalla più tenera età e l’apertura alle diverse realtà sociali presenti sul territorio.