COMUNE TRENTO * POLIZIA LOCALE: CONTESTATA VIOLAZIONE DI 3.250 EURO PER OMESSA L’ISCRIZIONE DI UN AUTOCARRO NELL’ELENCO DEI VEICOLI AUTORIZZATI AL TRASPORTO RIFIUTI

Polizia Locale, attività di controllo in materia ambientale. Il trimestre da ottobre a dicembre 2017 Negli ultimi tre mesi dell’anno la Polizia Locale si è impegnata nelle attività di controllo in materia ambientale.

A partire dal mese di ottobre, dopo un controllo stradale, effettuato da personale dei servizi esterni a carico di veicolo impiegato in attività di trasporto rifiuti, è stata contestata ad una ditta una violazione di 3.250 euro per aver omesso l’iscrizione di un autocarro nell’elenco dei veicoli autorizzati al trasporto rifiuti, dopo aver esaminato la varia documentazione inerente al veicolo fermato e la tipologia di trasporto effettuato.

Successivamente, a seguito di esposto scritto, nel quale si lamentavano forti odori nauseabondi, ubicate nel centro cittadino, causati da emissioni in atmosfera provenienti da alcune attività di ristorazione e produzione di alimenti, è stata svolta una scrupolosa indagine; che ha portato alla comunicazione di notizia di reato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trento a carico di 4 legali rappresentanti di gestori di attività di ristorazione per il reato previsto e punito dall’articolo 674 del codice penale (getto pericoloso di cose), in modo particolare per presunto inquinamento olfattivo.

( La corte di Cassazione con sentenza del 18 gennaio 2017 numero 2240 conferma l’orientamento in materia di “getto pericoloso di cose” con riguardo alle emissioni da attività produttive autorizzate)

Proseguendo con i controlli con mezzi di videosorveglianza, a novembre l’ufficio nucleo operativo ambientale della Polizia Locale di Trento Monte Bondone ha sanzionato un episodio di un cittadino che, ignaro di essere ripreso ha conferito rifiuti in modo irregolare.

Si tratta di una signora che, nel mese di novembre, proveniente da un sobborgo collinare cittadino, depositava in un’isola ecologica della città dei rifiuti non differenziati. La sanzione applicata è quella prevista e punita dal regolamento gestione integrata rifiuti, pari ad una somma di 54 euro.

Dopo aver ricevuto un esposto scritto, il personale del Nucleo Operativo Ambientale, ha effettuato vari sopralluoghi in un condominio della città, dove venivano segnalati degli insetti blattoidei. La documentazione fotografica ed il verbale di sopralluogo è stato inviato all’Azienda per i Servizi Sanitari della Provincia Autonoma di Trento per verificare la situazione igenico sanitaria.

Sempre nel mese di novembre dopo aver ricevuto lamentele da residenti delle zone interessate, il personale del Nucleo Operativo Ambientale ha effettuato dei sopralluoghi mirati nel sobborgo di Mattarello presso un’attività di ristorazione e a Ravina presso l’impianto tecnologico a servizio dell’attività di panificazione.

I tecnici competenti in acustica hanno effettuato rilievi fonometrici nelle abitazioni dei lamentanti, misurazioni che hanno evidenziato in entrambi i casi il superamento delle soglie di rumore stabilite per quella zona.

Nello stesso periodo, durante il servizio di controllo del territorio, i Vigili di Quartiere della Polizia Locale hanno rinvenuto su area pubblica presso il sobborgo di Romagnano un motocarro e presso il sobborgo di Gardolo un autocarro, entrambi in stato di abbandono, ai sensi del D.M. 3 ottobre 199 n° 460. I mezzi sono stati rimossi ed è stato attivato l’iter per l’identificazione dei proprietari e per la demolizione dei mezzi.

Infine, nel mese di dicembre in via Avancini di Trento, a seguito di numerose richieste di cittadini per fuoriuscita di liquame dal pozzetto stradale, posto su area privata che per l’andamento stradale confluiva sulla pubblica via, è stato effettuato un intervento congiuntamente a personale della “Nova Reti “.

In seguito all’azione sono state elevate 5 violazioni al regolamento comunale di 176 euro cadauna, poiché i vari proprietari della condotta fognaria non avevano proceduto alla manutenzione della propria rete.