COMUNE DI TRENTO * DEHOR RISTORANTE NIKY’S: LA SITUAZIONE IN ESSERE ED IL CONTESTO NORMATIVO

Dehor ristorante Niky’s. La situazione in essere e il contesto normativo. Le problematiche legate al dehor del Ristorante Niky’s sono emerse a seguito di una richiesta di ampliamento delle strutture collocate in via Matteotti e via san Pio X.

Le conseguenti  verifiche documentali hanno evidenziato delle difformità riferite in particolare allo spazio su via Matteotti, confermate anche dal sopralluogo effettuato in loco.

Pertanto, ai sensi del titolo 6° della LP 1/2008, è stata disposta l’ordinanza di demolizione e messa in pristino dei luoghi ai sensi dell’art. 129 comma 1 della LP 1/2008, poiché le strutture esistenti erano prive e/o difformi dai titoli autorizzatori in essere. (Ordinanza 29 novembre 2017 n. 43/2017/51)

Contestualmente il servizio Patrimonio ha revocato la concessione di suolo pubblico inerente via Matteotti su cui incide parte della struttura per la quale si è riscontrata difformità tra quanto oggetto della concessione e quanto effettivamente realizzato. Inoltre la struttura affacciata su via san Pio X e riposta completamente su suolo pubblico si è rivelata priva di autorizzazione  edilizia e il Corpo di Polizia locale  in data 16 gennaio 2018 ha notificato la violazione.

Di fatto  quanto autorizzato nella occupazione di suolo pubblico era riferito ad un plateatico e non ad uno spazio chiuso permanente.

L’amministrazione si è contestualmente resa disponibile a fornire tutte le informazioni possibili per poter consentire al pubblico esercizio di realizzare in tempi rapidi quanto ammesso ai sensi dell’attuale art. 11 del Regolamento edilizio.

Il progetto per la realizzazione di dehor a servizio del ristorante Niky’s presentato dalla società Ariki srl, a norma del disciplinare allegato all’art. 11 del Regolamento edilizio, è stato approvato dalla Commissione tecnica in data 26 febbraio 2018.

Il disciplinare che definisce le caratteristiche di dehor, strutture stagionali estive e plateatici è stato approvato in seguito ad un iter che ha previsto anche la consultazione degli organi di rappresentanza delle categorie interessate, che hanno accolto favorevolmente l’iniziativa, nella consapevolezza che la possibilità di realizzare dehor è una dimostrazione di apertura e lungimiranza da parte della amministrazione, su un tema rispetto al quale non c’è uniforme atteggiamento nel resto d’Italia.

La possibilità di realizzare un dehor con determinate caratteristiche consente infatti di avere uno spazio disponibile per la somministrazione anche in stagione sfavorevole là dove sarebbe altrimenti possibile avere solo un plateatico aperto.