comune di trento * ‘ Libercafè ‘ di piazza dante: ” la gestione È affidata all’associazione nazionale alpini di trento, fino al 30 settembre “

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

Libercafè, gestione all’Ana fino al 30 settembre. La collaborazione prosegue fino alla partenza dei lavori di miglioramento della struttura e alla pubblicazione del bando per l’assegnazione dell’esercizio.

 

 

Il Libercafé riapre e rimane Bar Alpino per tutta l’estate. L’assegnazione a titolo gratuito dell’immobile, decisa grazie alla convenzione sottoscritta tra il Comune e la sezione cittadina dell’Associazione nazionale alpini, che ha visto l’attivazione in piazza Dante di un punto informativo e di un luogo d’incontro che ha preceduto, accompagnato e seguito l’Adunata dello scorso maggio, prosegue infatti fino al 30 settembre.

La decisione è stata resa possibile grazie all’individuazione, da parte dell’Ana, di un nuovo socio disposto a gestire il locale, dopo che il precedente gestore aveva rinunciato all’incarico, e alla rinnovata volontà di utilizzare l’immobile per le attività di restituzione dei risultati dell’Adunata alla popolazione, impegnandosi allo stesso tempo nell’attività di somministrazione di alimenti e bevande, ma anche di presidio e controllo indiretto di piazza Dante.

Un’attività che risulta ancora più importante nel periodo estivo, quando la piazza e i giardini sono più frequentati e che negli scorsi mesi ha riscontrato il favore della cittadinanza. Favore condiviso dalla polizia locale, che ha evidenziato un miglioramento della situazione del parco con l’avvio della gestione alpina, ma anche dal servizio biblioteca e archivio storico, che nella palazzina Liberty gestisce la sezione ragazzi, che ha auspicato un proseguimento dell’apertura.

Nel frattempo il Comune lavorerà per programmare gli interventi edilizi di miglioramento della struttura, per i quali sarà necessario prevedere uno stanziamento di circa 45mila euro, e che verranno realizzati prima della conclusione della procedura di gara per l’individuazione del nuovo concessionario.

Il nuovo bando, in fase di definizione, prevederà una durata della concessione di tre anni, eventualmente rinnovabili di altri tre, nel corso dei quali l’Amministrazione avrà il tempo di effettuare tutte le valutazioni sull’opportunità e la fattibilità di realizzare eventuali ulteriori lavori di ristrutturazione dell’immobile.

Nella nota di disponibilità fatta pervenire nei giorni scorsi all’Amministrazione comunale, il presidente della sezione Ana di Trento, Maurizio Pinamonti, garantisce la disponibilità alla gestione dell’immobile fino a fine settembre, ma anche ad un’eventuale proroga limitata al periodo necessario per avviare i lavori di miglioramento dell’immobile. Una disponibilità che garantisce alla città l’auspicata continuità nell’attività del Libercafé.

Nel riaffidare il Libercafè agli alpini, l’Amministrazione comunale esprime vivo apprezzamento per la disponibilità e il senso civico da sempre espressi verso la città e rafforzati dall’evento straordinario dell’Adunata nazionale, che contribuiscono in maniera concreta ed efficace alla cura del bene comune.