COMITATO CASTEL PERGINE (TN) * ” SI È GIUNTI ALLA SOTTOSCRIZIONE DEL PRELIMINARE DI ACQUISTO DEL CASTELLO DI PERGINE IN DATA 25 MARZO 2018 “

Il Comitato Castel Pergine è lieto di annunciare che all’esito della lunga negoziazione preliminare fra i rappresentanti del Comitato (assistiti dall’avv. Michele Busetti) e le proprietarie del castello si è giunti alla sottoscrizione del preliminare di acquisto del Castello di Pergine in data 25 marzo 2018.

La disponibilità della famiglia Oss nei confronti della comunità perginese, insieme alla nuova determinazione del Comitato nel perseguimento dell’obiettivo, ci hanno permesso di conseguire questo primo traguardo intermedio.

Questo risultato è dovuto, fra l’altro, al lavoro di squadra del Comitato che ha operato osti- natamente, con umiltà e serietà, nonostante le comprensibili critiche per la scelta di un pro- lungato silenzio; massima riservatezza nelle trattative e grande capacità di tutti i professionisti coinvolti, assieme alla compattezza degli oltre 700 sottoscrittori che ci hanno dato la loro fi- ducia e il loro sostegno sono stati la combinazione vincente.

Con la sottoscrizione del contratto preliminare è conclusa solo la prima importante fase. Ora inizia il vero lavoro, che consiste nel riuscire ad arrivare il 31 luglio 2018 alla stipulazione del contratto notarile e quindi all’acquisto definitivo del Castello. Il contratto preliminare è stato sti- pulato sotto una condizione sospensiva e quindi il definitivo acquisto del Castello di Pergine da parte del Comitato sarà assicurato solo con la stipulazione del contratto notarile di vendita.

Al riguardo, la famiglia Oss tiene a rimarcare che Castel Pergine con le attività alberghiere, di ri- storazione e culturali restano nella propria esclusiva responsabilità direttiva ed aziendale, sino a quando non sarà eseguito e trascritto il trasferimento della proprietà. Poiché per il conclusivo trasferimento della proprietà devono essere superati plurimi ostacoli, la famiglia Oss deve man- tenere aperta ogni ulteriore possibilità, per assicurare una stabile soluzione per il Castello nel- l’estate 2018 e in seguito, qualora la vendita al Comitato non possa intervenire entro il 31 luglio 2018.

Per ragioni di riservatezza e in accordo con la famiglia Oss, non possiamo rendere pubblici i dettagli dell’operazione. Ne discende che qualsiasi informazione, non contenuta nel presente comunicato, potrebbe essere erronea o inesatta: ciò con particolare riguardo al prezzo di ac- quisto e ai dettagli del contratto di compravendita.

Possiamo comunicare tuttavia che alcuni ostacoli e difficoltà sono stati superati grazie alla continuativa collaborazione con la famiglia Oss, in dipendenza dell’identità dell’obiettivo per- seguito: garantire al castello di Pergine un futuro di tutela e valorizzazione per la comunità, quella perginese e quella degli ospiti di ogni provenienza.

Da oggi però inizia la vera avventura e, mentre il Castello sarà regolarmente aperto, attivo e frequentato dai suoi ospiti, il Comitato lavorerà per concludere nel migliore dei modi quanto iniziato nel corso del 2017.

 

*

Cosa faremo

1. Individuazione assieme ai nostri consulenti del modello di governance migliore, per garan- tire da un lato la massima trasparenza delle scelte e dall’altra mettere sotto tutela il bene che si acquista.

Questo si traduce nella costituzione della Fondazione e di una società destinata al controllo delle attività commerciali per conto della Fondazione, che per sua natura non può gestirle di- rettamente. L’obiettivo è la salvaguardia del bene Castello.

  1. Riapertura delle sottoscrizioni con l’obiettivo di arrivare entro il 31 dicembre 2018 a 400.000 euro di adesioni.
  2. Proposta di iniziative culturali e sportive finalizzate alla conoscenza del bene e alla raccolta fondi, sia con il supporto delle associazioni che si sono attivate nel corso del 2017 che coin- volgendo altre realtà.
  3. Ricerca di 20 aziende trentine che diventino partner del progetto Castello di Pergine e, a fronte di una serie di benefit e agevolazioni oltre alla visibilità garantita dalla partecipazione a questo grande progetto, sottoscrivano un capitale della costituenda Fondazione pari a 20.000 euro l’anno per 3 anni.
  4. Individuazione del partenariato bancario per l’accompagnamento del progetto.