CIVETTINI * OBBLIGHI VACCINALI E CERTIFICAZIONI: ” A LIVELLO NAZIONALE SI ANNUNCIANO CAMBIAMENTI, A LIVELLO LOCALE QUALE ADEGUAMENTO ALLE DIRETTIVE? “

Abbiamo visto che il Ministro della Salute ha annunciato che, per il nuovo anno scolastico – e di conseguenza per tutti i meccanismi connessi all’agibilità scolastica dei bambini delle scuole materne e delle scuole elementari – sul tema vaccinale basterà l’autocertificazione.

A fronte di questo, l’Assessore provinciale ha invece puntualizzato che nulla cambierà per quanto riguarda il Trentino. Ora, siccome prima le direttive provinciali non potevano confliggere con quelle nazionali, adesso sembrerebbe che il conflitto sia invece inversamente palese.

E allora, a fronte di questo, ci sembra corretto chiedere ufficialmente quali siano le disposizioni, come ci s’intenda adeguare alle nuove disposizioni nazionali in materia vaccinale, e come s’intenda coniugare le necessità di garanzia nel sistema scolastico.

Crediamo infatti che la Provincia di Trento, pur non subendo le influenze romane, avesse prima il potere di fare scelte diverse ed oggi altrettanto abbia il potere di adeguarsi, mentre l’incapacità di gestione provinciale in tema di vaccini, essendo palese, mostra l’ennesima falla dal punto di vista organizzativo.

Proprio per questo siamo a chiedere com’è corretto, pubblicamente, quali siano le disposizioni, se ci siano adeguamenti e quali garanzie per i genitori, a partire dalle iscrizioni estive ma anche – e ancor più – per quanto riguarda le iscrizioni all’anno scolastico 2018/2019, sia per gli asili nido, sia per le scuole materne, sia per le scuole dell’obbligo.

 

*

Cons. Claudio Civettini