CIVETTINI – AUTONOMIA DINAMICA * ELEZIONI 2018: ” LA ‘ SALVIMAIONOMICS ‘ BOCCIATA A TUTTO SPIANO, PERICOLI PER L’AUTONOMIA TRENTINA “

La “salvimaionomics” bocciata a tutto spiano, pericoli per l’Autonomia trentina. Cosa faranno se andranno al governo della Provincia Fugatti, Savoi, Boso, Cia e Bezzi?

La “salvimaionomics” è stata bocciata a tutto spiano dall’Ufficio Parlamentare di Bilancio, dalla Corte dei Conti, dalla Banca d’Italia e dall’Istat. Nessuno di questi quattro prestigiosi centri di studio e di valutazione sull’impatto della proposta economica proposta dal governo nazionale Lega-M5s ha promosso i contenuti della manovra finanziaria per il 2019 e 2019-2021. Tutti ne hanno evidenziato la fumosità e previsioni del tutto fuorvianti, disgiunte da quella realtà concreta con cui si devono confrontare ogni giorno cittadini e imprese.

Se a Roma Salvini e Di Maio sono stati bocciati senz’appello dalle istituzioni nazionali, a breve analogo risultato potrebbe arrivare anche dall’economia internazionale e dalla stessa Unione Europea. E gli effetti di questo combinato disposto s’iniziano già a toccare con mano, con il rialzo dei tassi d’interesse per chi ha un mutuo casa o un finanziamento per la propria azienda, con le banche che presto potrebbero chiudere ulteriormente il già ridotto accesso al credito per rispettare i parametri internazionali di solvibilità bancaria, zeppe come sono di titoli dello Stato italiano svalutati dall’azione di mal governo pentaleghista.

I risultati di una scellerata politica economica che privilegia la spesa per l’assistenzialismo a nullafacenti, zingari ed immigrati vari a danno di chi lavora e investe propalata dal governo grilloleghista potrebbero avere pesanti effetti anche sull’Autonomia del Trentino, sia in termini di minori risorse di bilancio che di rallentamento dell’economia.

Il mondo dell’impresa e dell’economia locale, dopo l’iniziale appoggio entusiastico a seguito degli scarsi risultati conseguiti nel quinquennio di governo di Rossi & C., sta rivedendo la sua posizione, spostando la sua attenzione su proposte più serie e credibili. Difficile dare loro torto: che affidabilità possono avere i vari Fugatti, Cia, Savoi, Boso e Bezzi al governo dell’Autonomia trentina?

Vi immaginate gli sfracelli che, dopo Roma, potrebbero fare anche in Piazza Dante da presidente della Giunta (Fugatti), da assessore alla sanità (Cia), da assessore alla cultura e all’istruzione (Savoi), da assessore all’agricoltura, caccia e pesca (Boso) e da assessore al turismo e allo sviluppo economico (Bezzi)?

Errare è umano (4 marzo 2018), perseverare sarebbe diabolico (21 ottobre 2018). Meglio rinsavire e puntare sul sicuro, magari su Autonomia Dinamica.

 

*

Cons. Claudio Civettini

Candidato Autonomia Dinamica