civettini * amministrative trentino: ” VALLAGARINA, AUTONOMIA DINAMICA SI APPELLA AL VOTO UTILE PER ANDARE OLTRE UNA DESTRA E UNA SINISTRA ETERODIRETTE “

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

Come candidati della Vallagarina di Autonomia Dinamica, ci permettiamo di lanciare un appello al voto utile e civico poiché Autonomia Dinamica è la sola forza realmente civica e sganciata dalle “ali”, destra e sinistra, che si propone agli elettori. Una forza che ha saputo trarre dai territori la sostanza della sua presenza poiché, sia a destra sia a sinistra, abbiamo visto un rincorrersi di gruppi e persone intente a cercare riparo sotto l’ombrello politico dei partiti nazionali.

Senza urla né slogan, Autonomia Dinamica ha saputo ritagliarsi la sua valenza proprio per la sua capacità di interpretare i territori e, in modo particolare, la Vallagarina. Proprio per questo crediamo importante che i candidati della Vallagarina possano rivolgere questo appello affinché sia chiaro che il nostro impegno non sarà quello della ricerca della poltroncina, bensì un impegno che farà della proposta il suo tratto distintivo. Una proposta che possa dare risposte concrete alle famiglie e alle aziende, soprattutto dei territori di montagna; ricordiamo anche la proposta della defiscalizzazione per le attività di montagna con l’obbiettivo di mantenere le nostre vallate nella loro integrità e presenza, con quei servizi senza i quali i territori verrebbero a spopolarsi.

Di più, e non in modo secondario, quella di Autonomia Dinamica è una presenza fatta di lealtà, di persona che sanno ascoltare i propri territori e interpretarli senza farne filtrare le istanze dalle segreterie dei partiti nazionali, come oggi il centrodestra deve fare. E a fronte di tutti di big romani, genovesi e milanesi che hanno sfilato per le vie del Trentino, noi rispondiamo che, alla pari, sapremo vivere anche la Vallagarina con una presenza costante, impegnandoci sin d’ora a dare la massima disponibilità a operazioni di ascolto e di verifica costanti nel tempo.

Un voto utile, dunque, quello richiesto da Autonomia Dinamica, che si possa distinguere dall’accozzaglia politica che si è creata nel centrodestra, dove la problematica più importante sarà quella di trovare persone capaci, ma anche dalla situazione di un centrosinistra che oggi non è più autonomista dopo la rottura col partito che, negli anni, ha avuto l’onere di rappresentare le istanze autonomiste ma lo ha fatto in modo talmente inadeguato da portare alla frammentazione della coalizione di cui faceva parte.

 

 

*

Cons Claudio Civettini