CIVETTINI * A22 – RUMORI GENERATI DAI PANNELLI FOTOVOLTAICI A S. GIORGIO: ” GILMOZZI RICORRENDO ALLA BUROCRAZIA NON NEGA IL PROBLEMA, MA RIMPALLA LE RESPONSABILITÀ OPERATIVE “

L’imperante burocrazia politica rimanda all’amministrazione locale le responsabilità e pilatescamente non opera con A 22 per la soluzione del fenomeno!

Il risposta alla Question time n. 6100/XVV, volta a segnalare la presenza di pannelli non fonoassorbenti sulla A22 presso l’abitato di San Giorgio a Rovereto – e dunque la necessità di intervento, per porre fine a un disagio che dura da troppo tempo – stamane la Giunta provinciale, nella persona dell’Assessore Gilmozzi, facendo quello che in gergo si chiama «scaricabarile» ha inscenato la classica politica del burocrate che, attraverso i rimpalli, alla fine tende a colpevolizzare le varie Amministrazioni senza trovare alcuna soluzione ai problemi.

È difatti incredibile come la Provincia di Trento, che opera comunque all’interno dall’A22, non sappia trovare la forza e il coraggio di chiedere questa d’intervenire, visto che è da oltre 5 anni che si sta sollevando il problema, per l’installazione di 50 metri di barriera fonoassorbente a soluzione della problematiche ripetutamente evidenziate dagli abitanti di San Giorgio.

Si è così avuto, quest’oggi, l’ennesima conferma del modo inconcludente con cui è amministrata una Provincia incapace di affrontare i fatti di sostanza che interessano il quotidiano dei nostri cittadini.

A questo punto, sarà compito dello scrivente di investire direttamente il buon senso del Presidente di A22 affinché ponga all’attenzione la richiesta, valuti l’impatto e possa dare una risposta sociale ad un fenomeno di minima entità che potrà trovare soluzione, non nei cavilli, ma nella volontà di una convivenza conveniente delle infrastrutture con chi ci abita.

 

*

Cons. Claudio Civettini