Cisl medici – Trentino * sciopero nazionale di 24 ore dei medici e dei dirigenti sanitari: ” sosteniamo anche in provincia di tempo l’ASTENSIONE DAL LAVORO “

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

Cisl medici del Trentino sosterrà lo sciopero nazionale di 24 ore dei medici e dei dirigenti sanitari (farmacisti, veterinari, biologi) del Sistema sanitario nazionale autorizzato per il 9 novembre, nonchè di quello nella provincia di Trento nello stesso giorno.

Non solo Roma ha fallito la mediazione con il settore della dirigenza medica nazionale, ma anche in Trentino l’assessore Zeni ha erogato poche risorse per il contratto dei nostri dirigenti medici,pochissime sono state le assunzioni.

In compenso l’Azienda sanitaria del Trentino, con una delibera emessa un mese fa, vorrebbe inserire nei pronto soccorsi, al posto dei dirigenti medici, i futuri medici di base che si formano attualmente alla Scuola specifica di medicina generale, retribuendoli ed in spregio alle direttive nazionali e impoverendo la stessa medicina generale delle fonti di sostentamento.

Avanti di questo passo li manderanno a fare i ginecologgi ed i pediatri del punto nascita di Cavalese!

Altrettanto marginale la formazione specialistica, mentre la garanzia dei Lea, soprattutto per quanto riguarda la protonterapia, è ancora tutta da dimostrare.

Non ultimo le poche risorse negli investimenti per ammodernare i nostri ospedali dal punto di vista tecnologico e gli ambulatori dei nostri dirigenti medici.

 

*
Nicola Paoli
Segretario generale Cisl medici del Trentino