cisl trentino * sciopero 10/1 e 11/1 medici di medicina generale: paoli, « All’ultimo istante utile arriva la revoca »

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

Lasciatemi innanzitutto augurare ai 250 mila cittadini trentini, che con sofferenza e partecipazione ci hanno seguito e supportato nel nostro agire ma che fino ad ora non sanno ancora se saranno abbandonati domani dai loro medici di famiglia Cisl, un buon inizio 2019.

Comunichiamo, infatti, a tutta la popolazione, che lo sciopero del 10 e 11 gennaio 2019 dei medici di medicina generale, indetto dal sindacato Cisl medici del Trentino-Intesa sindacale viene revocato.

Dalle 14.30 di questo pomeriggio,abbiamo finalmente in mano i documenti formali, sia da parte dell’assessore alla Salute, sia dal Direttore generale dell’Apss, firmati, che presentano elementi oggettivi di novità sui tre temi critici, oggetto della proclamazione dello sciopero per il 10 e 11 gennaio.

Essi, infatti, dimostrano l’apertura positiva a trattarli a breve, partendo già dal Comitato provinciale ex art.24 di domani mattina, per arrivare ad una soluzione che ci soddisfi. .

Diamo atto che tutto questo è la conseguenza di un lungo lavoro di mediazione compiuto sia dal Presidente della Giunta provinciale, presidente Maurizio Fugatti, sia dall’assessore Stefania Segnana dalla vigilia delle feste natalizie, quasi ininterrotamente fino a ieri sera, quando, con gran senso del dovere e della responsabilità assegnatale, l’assessore alla salute ha auspicato, anche per iscritto, ad una risoluzione dei problemi.

Subito dopo c’è stata la pronta risposta altrettanto positiva, da parte aziendale, attraverso atti che comprovano la volontà di tutta la parte pubblica di arrivare ad una soluzione positiva per medici e cittadini.

Domani, quindi, parteciperemo fiduciosi alla riunione del Comitato provinciale ex art.24 della Medicina generale che ha, all’ordine del giorno, la soluzione delle tre criticità, sperando che vi sia, finalmente, un dialogo costruttivo, concreto e che porti al superamento definitivo del contenzioso in atto attraverso uno spirito di collaborazione reproca.

Abbiamo chiesto al Presidente del comitato, l’assessore Stefania Segnana, di farsi garante di un ruolo atto a vigilare e mediare tra le parti, come ha dimostrato fino ad oggi di saper fare molto bene,alfine di dare concretezza agli obiettivi che dovremo raggiungere al tavolo sia provinciale che aziendale.

Qualora i risultati, al contrario, fossero invece deludenti,riprenderemo immediatamente le nostre azioni di sciopero,dal momento che, comunque, rimane in atto lo stato di agitazione sindacale fino a quando non saremo sicuri dei risultati ottenuti leggendoli in provvedimenti amministrativi emanati dalla parte pubblica.

Cisl medici invierà immediatamente la revoca dello sciopero questo pomeriggio, avvisando innanzitutto la Commissione Garante dello sciopero nazionale.

 

 

*

Dottor Nicola Paoli

Segretario Generale Cisl medici del Trentino-Delegato per Intesa sindacale-Regione Trentino

 

 

 

 

 

Comunicato stampa cisl medici del trentino-9-1-2019