CIA * DIMISSIONI POLETTI: ” LE LISTE TERRITORIALI CHE COMPONGONO LA COALIZIONE SONO TITOLATE A RAPPRESENTARE APPIENO LE ISTANZE DELLA TERRITORIALITÀ E DEL CIVISMO ”

Dimissioni Poletti. Cia: “Liste territoriali che compongono ad oggi la coalizione sono titolate a rappresentare appieno le istanze della territorialità e del civismo”

La fuoruscita di Poletti da Fratelli d’Italia al grido di “ci serve un movimento territoriale” e la dichiarazione di Borga “se andiamo con Fugatti vogliamo dignità per i gruppi territoriali” impongono una risposta per chiarire in modo inequivocabile alcuni punti.

Il primo è che Maurizio Fugatti è stato scelto a Trento da partiti e da movimenti territoriali, e prima ancora è stato indicato dai trentini con il voto del 4 marzo; se qualcuno non è convinto di questo potrebbe essere già indice di scarsa attenzione al territorio.

Il secondo è che la Lega riconosce pienamente le liste territoriali che compongono ad oggi la coalizione e le reputa titolate a rappresentare appieno le istanze della territorialità e del civismo.

Le forze territoriali come Agire per il Trentino, Associazzione Fassa, Autonomisti Popolari e Progetto Trentino, assieme ai partiti nazionali, sono pronte a correre per vincere le elezioni di ottobre e ad assumersi la responsabilità di governo del Trentino.

Che a 70 giorni dal voto ci sia chi si autoproclama come determinante e si senta indispensabile, è certamente lecito, ma pare più un disperato tentativo di giocare il tutto per tutto per ritagliarsi un protagonismo politico che non ha avuto riscontro nel quotidiano.

La spocchia come metodo non può avere ulteriore spazio, perché distoglie l’attenzione da quelli che sono i veri problemi che da ottobre bisognerà iniziare a porre rimedio.

 

*

Claudio Cia