Cgil -Fiom e Cisl Fim del Trentino * Trentino Digitale: « la fusione per incorporazione di Trentino Network in Informatica Trentina ha creato non pochi mal di pancia »

Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

Fiom Cgil e Fim Cisl del Trentino sulla situazione in Trentino Digitale.

Da mesi assistiamo in silenzio ad una situazione che riteniamo assolutamente non più accettabile. Sin da novembre scorso, l’avvenuta fusione per incorporazione di Trentino Network in Informatica Trentina, attualmente Trentino Digitale ha creato non pochi mal di pancia.

A ridosso dal prossimo 1 Aprile, data prevista per il passaggio dei dipendenti di Trentino Network da CCNL Telecomunicazioni a quello dei Metalmeccanici Industria, solo interessi personali e corporativi ancora oggi continuano a tentare il boicottaggio. Tutto questo nonostante gli stessi lavoratori coinvolti trovino vantaggioso il passaggio a Ccnl Metalmeccanici industria.

Come metalmeccanici, Fiom e Fim, consapevoli delle conquiste contenute negli entrambi accordi integrativi, ci siamo spesi per coinvolgere la Rsu di Trentino Network in un lavoro di armonizzazione degli accordi di secondo livello. A seguito di un’analisi degli accordi in essere, abbiamo sempre ritenuto indispensabile presentare unitariamente all’azienda una proposta avallata dalle assemblee e che sia somma delle miglior prassi di entrambe le realtà. Nonostante un inizio che lasciava ben sperare ad una collaborazione proficua, la Rsu di Trentino Network ha scelto una strada diversa.

Pur rispettando la decisione della Rsu di Trentino Network, riteniamo adesso, ancor più di prima,assolutamente perentorio che l’azienda apra un tavolo di confronto per trovare le migliori soluzioni concrete su alcuni istituti degli accordi integrativi aziendali.

E’ di urgente necessità che dal confronto fra azienda e i sindacati, vengano gettate le basi per condizioni paritarie fra tutti i dipendenti di Trentino Digitale.
Facciamo appello alla responsabilità perché si inizi a lavorare in un clima aziendale dove siano garantite le tutele di tutti.