Marchi di Tutela: è stato denunciato per frode in commercio il rappresentante legale di una ditta  e sequestrate 12 tonnellate circa di alimenti  evocanti  marchi DOP e IGP, per un valore commerciale di quasi 100.000 euro.

 

I Carabinieri dei Reparti Tutela Agroalimentare (R.A.C.) di Parma, Roma e Salerno, a tutela dei consumatori e degli operatori del comparto, all’esito di controlli nel settore dei prodotti a denominazione e indicazione di origine protetta, presso alcune ditte di produzione e vendita hanno sequestrato:

  • in provincia di Parma, 455 kg di prodotti carnei (Prosciutti, Lardo e Spalle di suino stagionate), per carenza di rintracciabilità, e 22 Prosciutti di Parma DOP con indicazioni non conformi a quanto previsto dal disciplinare di produzione;
  • in provincia di Trento, 422 kg di prodotti carnei (Speck, Prosciutti, Bresaola, Lardo e Guanciale), per carenza di rintracciabilità, 56 tranci di Prosciutto di Parma non conformi e 34 confezioni di prodotti caseari (Gorgonzola, Trentingrana e Castelmagno) evocanti prodotti a denominazione d’origine;
  • in provincia di Ferrara, 820 kg di Aglio di Voghiera DOP privo di rintracciabilità;
  • in provincia di Roma, denunciato il rappresentante legale di una ditta fornitrice di generi alimentari, per frode nell’esercizio del commercio aggravata (artt.515 e 517bis c.p.), poiché dalla documentazione contabile risulta aver commercializzato mozzarelle di latte misto (bufalino e vaccino) come Mozzarella di Bufala Campana DOP;
  • in provincia di Salerno, 096 barattoli di Pomodoro San Marzano dell’agro sarnese-nocerino DOP, pari a 6.048 kg, confezionato con etichette non approvate dal consorzio.

Contestati illeciti amministrativi per 34.500 euro.

 

 

 

24 Comunicato 25 giugno - dop