CARABINIERI NOE – Nucleo Operativo Ecologico di Trento * ” sequestrati 22.000 SACCHETTI ‘FUORI LEGGE’ A BOLZANO “

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

I Carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Trento, nell’ambito di controlli che il comparto di specialità sta svolgendo in tutta Italia, hanno sequestrato in un esercizio del capoluogo 22.000 shoppers.

Nonostante dal 21 agosto 2014 siano previste pesanti sanzioni amministrative pecuniarie per la commercializzazione di shoppers monouso realizzati con polimeri non conformi, i sacchetti di plastica “illegali” sono tutt’altro che spariti.

La commercializzazione dei sacchetti non conformi riguarda spesso la piccola distribuzione, mercati rionali, dove la situazione è chiaramente più grave, anche a causa di una azione capillare da parte di alcuni distributori che vendono, anche online, shopper “fuori legge”.

I sacchetti monouso biodegradabili e compostabili conformi, che possono essere tranquillamente utilizzati anche per la raccolta differenziata della frazione organica dei rifiuti, devono riportare la scritta “biodegradabile e compostabile”; la citazione dello standard europeo “Uni En 13432:2002”; il marchio di un ente certificatore che tutela il consumatore come soggetto terzo.

L’obiettivo della norma è quello di diminuire drasticamente il numero delle buste in plastica che costituiscono uno dei principali problemi dell’inquinamento marino che decomponendosi in tempi  molto lunghi (anche 20 anni) si sfaldano in microplastiche finendo nella catena alimentare.

E tuttavia facile accorgersi se uno shopper è in regola: sulle buste deve essere sempre indicato il nome dell’azienda che lo produce e il marchio di certificazione. Se non sono presenti indicazioni è molto probabile che la confezione arrivi da una filiera illegale.

I controlli proseguiranno nei prossimi giorni in tutta la Regione.