Ancora risultati ottenuti dai Carabinieri nell’attività preventiva e repressiva dei reati inerenti lo spaccio e l’uso di sostanze stupefacenti in Valsugana. Nella zona di Borgo, i militari del Nucleo Radiomobile, dopo un’attività di osservazione, decidevano di controllare una vecchia conoscenza nonostante la giovane età, tale S.C., italiano 22enne, accompagnato da M.A., tunisino 24enne, pregiudicato. Durante il controllo, l’atteggiamento dei due, forzatamente rilassato, induceva i militari dell’Arma ad eseguire una perquisizione personale che permetteva di rinvenire su S.C. circa 13 gr. di hashish pronto allo spaccio, sequestrata.

Le successive perquisizioni domiciliari, permettevano di rinvenire nell’abitazione dell’italiano, ulteriori gr. 11 della medesima sostanza. Entrambi venivano segnalati quali assuntori di sostanza stupefacente all’autorità competente, mentre S.C. veniva denunciato all’A.G. per il reato di spaccio di modiche quantità.

I controlli si estendevano quindi nella zona di Pergine Valsugana, dove i carabinieri della locale Stazione, sottoponevano ad un controllo M.S., italiano 40enne, pregiudicato, mentre si aggirava nei pressi della stazione intermodale. Infastidito dal fermo dei militari ma comunque collaborativo, veniva sottoposto a perquisizione personale e trovato in possesso di un coltello a serramanico e di uno spinello contenente marijuana. Per tali motivi, è stato denunciato all’A.G. per porto abusivo di armi e segnalato quale consumatore di stupefacenti.

Veniva inoltre segnalato al Commissario di Governo, M.M., italiano 20enne, fermato a Pergine, dai carabinieri della Stazione Baselga di Pinè e trovato in possesso di 0,3 gr. di marijuana.