BORGA * ” IL CENTROSINISTRA (SEDICENTE) AUTONOMISTA CI RICASCA: COME IERI IN CONSIGLIO REGIONALE, ANCHE OGGI IN COMMISSIONE, SONO LE MINORANZE A GARANTIRE NUMERO LEGALE E SVOLGIMENTO DEI LAVORI “

Il centrosinistra (sedicente) autonomista ci ricasca: come ieri in Consiglio regionale, anche oggi in Commissione, sono le minoranze a garantire numero legale e svolgimento dei lavori.

Ieri la maggioranza non è stata in grado di garantire la presenza dei 36 consiglieri necessari ad approvare il Testo Unico sugli enti locali. Soltanto il senso di responsabilità delle minoranze ha permesso di raggiungere un risultato atteso da tempo.

Oggi, in Commissione, stante l’assenza dei rappresentanti del Patt, la maggioranza non aveva neppure i numeri per garantire il numero legale. In discussione era il disegno di legge n. 107, avente ad oggetto la tutela delle minoranze linguistiche cimbra, ladina e mochena della nostra Regione.

Un tema su cui il centrosinistra non manca mai di fare una puntuale propaganda, come se il tema della tutela delle minoranze fosse “cosa loro”. Orbene, dopo la figuraccia di ieri, oggi i sedicenti autonomisti hanno replicato.

Il disegno di legge è stato, infatti, approvato soltanto grazie alle minoranze, che non soltanto hanno garantito il numero legale, ma hanno anche espresso il proprio voto favorevole.

Politicamente parlando un’altra vergogna.

 

*

Rodolfo Borga

Civica trentina