BIANCOFIORE * DOPPIO PASSAPORTO: ” OK L’AZIONE GOVERNO, ORA SI VOTI MOZIONE FI IN AULA – INAUDITO CHE UN CAPO DI STATO ESTERO VENGA A FARE CAMPAGNA ELETTORALE PER UN PARTITO ITALIANO “

Biancofiore: bene Governo su doppio passaporto, ora si voti mozione FI in aula. Inaudito che un capo di stato estero venga a fare campagna elettorale per un partito italiano.

Penso che sia arrivato il momento da parte di tutte le istituzioni italiane di bloccare definitivamente ogni ingerenza dell’Austria nei confronti dell’Alto Adige/Italia.

È da troppo tempo che il Governo di Kurz non perde occasione per oltrepassare i confini dell’Italia con la scusa della tutela delle minoranza austriaca presente in Provincia di Bolzano, la minoranza più tutelata al mondo grazie allo Stato italiano.

Non lo stesso trattamento viceversa rivolge l’Austria alle minoranze sul suo territorio. Vorrei ricordare -per l’ennesima volta- al Primo Ministro austriaco che gli altoatesini sono italiani, sono contenti di esserlo anche grazie all’ampia autonomia concessa dal nostro Paese che produce un benessere che in Austria, sono consapevoli, non troverebbero.

Mi rifiuto dunque -da italiana e altoatesina- di pensare che l’Austria paese membro dell’Ue -non curante della Quietanza liberatoria del 1992, degli accordi di pace e dello statuto che ha rango costituzionale- continui ad alimentare le sue mire espansionistiche mettendo costantemente in dubbio la Sovranità dello Stato italiano il quale è l’unico ed il solo a decidere a chi concedere la cittadinanza, e non di certo l’Austria può interferire su questa scelta in quanto commetterebbe una grave violazione del Diritto internazionale.

Forza Italia ha pronta una mozione per chiamare a raccolta tutto il parlamento italiano e il governo, con il chiaro obiettivo di arrivare ad una soluzione definitiva volta a tutelare gli italiani e i sudtirolesi, i confini dello stato e la convivenza visto che con l’ipotesi di concessione ai soli tedeschi e ladini, si vuole di fatto spingere gli italiani alle opzioni al contrario.

Mi aspetto inoltre dal Governo che consigli al Presidente Kurz di tenersi lontano dalla campagna elettorale in atto in Alto Adige, perché la mia terra non è territorio austriaco ed è inaudito l’annuncio dell’impegno elettorale di un presidente estero su una porzione dello Stato italiano.

Chiederò al Presidente Tajani un fermo intervento anche del Parlamento europeo perché le incursioni di Kurz non sono casuali ma avvengono nel centenario della prima guerra mondiale a seguito della quale l’Alto Adige fu assegnato all’Italia e la provocazione mette a serio rischio la tenuta dei trattati europei che prevedono che uno Stato membro non violi la Sovranità degli altri stati membri. L’Europa è nata per fare pace e benessere al continente.

 

*

Michaela Biancofiore
Parlamentare Forza Italia e Coordinatrice regionale Trentino Alto Adige