BIANCOFIORE * BOSCHI NELLE CANTINE PARLA ALLE SPALLE, MA FUGGE DA OGNI CONFRONTO DIRETTO SULL’AUTONOMIA E SULL’ITALIA

Boschi parla alle spalle nelle cantine ma fugge da ogni confronto diretto sull’Autonomia e sull’Italia. Si vede che ha pochi o zero argomenti la sottosegretaria Boschi, per dedicare a me e a Pierluigi Bersani tre quarti d’ora di un suo intervento ad Ora, innanzi ad una platea peraltro vuota in una cantina, ripetendo a pappagallo quanto suggeritogli da alcuni vertici Svp.

Nulla di nulla sul programma, su quello che in caso di elezione a Bolzano vorrebbe fare per la nostra gente oltre a cancellare i cartelli in italiano e il commissariato del governo.

Le do una notizia, l’autonomia non è di proprietà della Svp e la mia terra – che lei visita solo nel week end, è composta da tre gruppi linguistici differenti e nel collegio la maggioranza – purtroppo per lei, è italiana.

I suoi interventi alle spalle si limitano solo ad una serie di falsità in direzione mia e – paradossalmente di Pierluigi Bersani, cioè colui che nel 2013 ha firmato il Patto dell’Autonomia con la Svp. E questa la dice lunga della gratitudine della Svp.

Si vede che la sottosegretaria non sa proprio di cosa parla e forse, avendo sempre chi fa le cose per lei nei ministeri e alla Presidenza, non si è nemmeno mai letta i miei emendamenti che, peraltro in camera caritatis – condivideva.

E per fortuna che quelli sono atti parlamentari, inconfutabili, che non hanno nulla a che vedere con l’Autonomia e che anzi salvaguardavano esplicitamente la minoranza nazionale tedesca, come ha sempre fatto anche il governo Berlusconi.

Chi viceversa anche con la riforma Costituzionale, accentrava deleghe allo Stato -compresa quella sull’energia e aboliva il Senato dove la Svp è sempre stata l’ago della bilancia, era proprio la sottosegretaria allora Ministro per le Riforme Boschi.

Ode alla coerenza quindi, ma cosa ci si può aspettare da chi ha detto che era favorevole all’abolizione delle autonomie speciali e si candida in Alto Adige col solo supporto di fatto della Svp e che aveva detto a reti unificate che se avesse perso il referendum avrebbe lasciato la politica e invece si è imposta a Palazzo Chigi e si candida in 5 altre regioni fuggendo da casa sua?

 

*

Michaela Biancofiore

Parlamentare FI del Trentino Alto Adige e Coordinatore regionale