BEZZI – INTERROGAZIONE * : “ PRINCIPIO D’INCENDIO NEL SEMINTERRATO DEGLI UFFICI PROVINCIALI DEL “CENTRO EUROPA”, ATTIVATE LE PROCEDURE DI EMERGENZA? “

E’ giunta segnalazione allo scrivente che nella tarda mattinata del 26 marzo, nel seminterrato del palazzo del “Centro Europa” in via Romagnosi, all’interno del quale sono ubicati diversi uffici provinciali, si sarebbe verificato un principio di incendio.

L’incidente avvenuto verso le ore 11, avrebbe provocato un blocco dell’energia elettrica ed una volta rientrato il pericolo d’incendio, causa il perdurare della mancanza di elettricità, verso le 14, sarebbe avvenuta l’evacuazione.

E’ stato rilevato che nella gestione dell’emergenza sarebbero state commesse delle inosservanze, sembrerebbe che non sia stata attivata l’immediata procedura di emergenza come previsto dalle norme vigenti. Il personale non sarebbe stato sgomberato immediatamente ed un dipendente, con disabilità motoria, sarebbe stato trasportato dai colleghi senza che in nessun modo intervenisse il responsabile della gestione delle emergenze.

Inoltre, la procedura di sgombero non risulterebbe essere stata efficace, di fatto alcuni dipendenti sarebbero rimasti all’interno del palazzo anche dopo l’avvio dell’evacuazione, riprendendo la loro normale attività lavorativa al momento del ripristino dell’energia elettrica.

I dipendenti che nel rispettato della procedura di sgombero hanno lasciando l’edificio, sarebbero stati penalizzati nel riconoscimento dell’orario vedendosi contabilizzata parzialmente la giornata lavorativa.

 

*
Tutto ciò premesso, si interroga il Presidente della Provincia per sapere:

1. se sia al corrente di quanto sopra esposto;
2. se corrisponde al vero che vi sia stata una mancanza d’attivazione immediata delle
procedure di emergenza come previsto dalle norme vigenti ed eventualmente la motivazione
di tale mancanza;
3. se fosse presente e se sia intervenuto il responsabile della gestione delle emergenze
nominato all’interno dell’edificio;
4. in caso di risposta negativa al punto precedente, quale sia la motivazione per il mancato
intervento e chi sia responsabile di tale mansione;
5. se corrisponde al vero che solamente alcuni dipendenti abbiano rispettato la procedura di
sgombero, lasciando l’edificio e nel caso, quale sia il motivo per cui alcuni hanno ignorato
la procedura;
6. se corrisponde al vero che i dipendenti rispettosi della procedura di sgombero sono stati
penalizzati nel riconoscimento dell’orario giornaliero rispetto a quanti sono rimasti
nell’edificio;
7. in caso di risposta affermativa al punto precedente se non ritenga giusto che al personale di
cui sopra venga riconosciuta l’intero orario teorico giornaliero per la giornata in questione;
8. se non ritenga doveroso che la procedura d’evacuazione delle strutture provinciali e il relativo ammontare dell’orario da riconoscere in caso di sgombero, non venga condivisa con
le organizzazioni sindacali di categoria.

A norma di Regolamento, si chiede risposta scritta.
Cons. Giacomo Bezzi