AUTONOMIA DINAMICA * CACEFFO E BOMBARDELLI: ELEZIONI 2018: ” ENNESIMA PROVA CHE L’ALTO GARDA E LEDRO NON È CONSIDERATO “

Il nostro impegno verso il territorio continua e continuerà anche dopo il 21 ottobre, comunque vada. Non siamo qui per promesse dell’ultimo minuto ma per risollevare il problema e cercare una soluzione!

Vorremmo oggi portare sotto i riflettori un problema che affligge un’intera zona abitata, un gran numero di famiglie con bambini. Questo non da ieri ma, da come abbiamo ricostruito, aiutati dagli attori di questa triste storia, ben dal 1988.

L’area in questione è quella della stazione delle corriere.

Dal 1988 chiedono che venga spostata, non la stazione, ma semplicemente il deposito dei mezzi. Che devono da fermi fare manutenzione, carburante, pulizie, controlli vari.

Un’area era stata trovata San Cassiano, dichiarata poi inagibile a causa dei ritrovamenti archeologici, non entriamo nel merito di questa scelta. Ma, possibile che dall’anno 2006, quando si è dichiarato appunto che l’area di cui sopra non si sarebbe potuta utilizzare, non si sia più trovata un’area adatta? Possibile che si siano iniziati i lavori, quindi i soldi vi erano, e poi sia caduto tutto nel nulla?

12 anni, senza nemmeno lo spiraglio di una soluzuine.

Possibile che non si possa utilizzare l’area della Baltera, attrezzandola con il necessario per il deposito e magari dei bagni. Noi pensiamo che oltre ad essere un atto dovuto alla comunità, sarebbe anche una manovra con un ritorno favorevole se si pensa di istituire in maniera permanente per la stagione estiva “rivetta”.

Perché si avrebbe un servizio in più a chi parcheggia per prendere i mezzi. Si avrebbe il ricovero dei bus in una zona lontana dalle abitazioni salvaguardando la salute di tutti i cittadini presenti nella zona.

Cosa c’è dietro ad un tale immobilismo se non la volontà, o meglio sarebbe dire la non volontà, politica?

Crediamo noi di Autonomia Dinamica che questo non sia altro che l’ennesimo esempio del fatto che avere dei rappresentanti sul territorio, forti, è cosa indispensabile per avere l’attenzione che meritiamo dalla Provincia.

 

*

Sara Bombardelli e Tommaso Caceffo

Candidati consigliere Autonomia Dinamica Elezioni Trentino 2018