ASSOCIAZIONE ITALIANA ODONTOIATRI TRENTO – ORDINE DEI MEDICI DEL TRENTINO * “IL DENTISTA SENTINELLA DELLA SALUTE”, FOTO CONVEGNO 9/12

Il dentista può rilevare per primo malattie ed anomalie organiche dalla prima osservazione della bocca del paziente. È quanto è emerso oggi al convegno “Il dentista, sentinella della salute” che si è svolto nella sede dell’Ordine dei Medici del Trentino, finalizzato alla formazione professionale riguardo l’epidemiologia, la prevenzione e la promozione della salute.

Il dottor GiuseppePaolazzi (Primario di Reumatologia Ospedale santa Chiara di Trento) ha parlato dei “Rapporti tra artrite-reumatoide e Porfiromonas- Gengivales Sindrome di Sjogren”, mentre il collega Roberto Bortolotti (Aiuto di Reumatologia Ospedale santa Chiara di Trento – Referente nazionale per Osteoporosi) ha messo in evidenza le ultime ricerche innovative nell’àmbito dell’osteoporosi e delle malattie della bocca.

Nell’àmbito dell’incontro, organizzato dall’Aio, Associazione italiana odontoiatri di Trento e Bolzano, il dottor Paolo Ghensi (ricercatore al CiBio Università di Trento) ha approfondito invece il tema del rapporto tra il microbioma orale e malattie peri-implantari. Le evidenze cliniche attuali -ha evidenziato Ghensi- indicano che la mucosite interessi dal 50% al 90% degli impianti inseriti e che il 15-20% degli impianti con un tempo medio di funzione da 5 a 11 anni sviluppi peri-implantite.

In conclusione la dottoressa Lisa Rizzetto, ricercatrice presso la Fondazione Mach, ha spiegato come un’infiammazione sistemica cronica di basso grado, se irrisolta, contribuisca all’insorgenza di molte malattie croniche, incluse malattie metaboliche e malattie autoimmuni. Il microbiota intestinale e le attività metaboliche ad esso connesse –ha ricordato la Rizzetto- influenzano sotto più fronti l’insorgenza di malattie croniche, in particolare contribuendo al mantenimento della funzione della barriera intestinale.

Il convegno scientifico di ieri, curato dal dottor Martino Fumarola, segretario culturale dell’Aio, ha coinvolto un’ottantina di medici chirurghi (di tutte le discipline), odontoiatri, igienisti dentali e biologi operanti nella provincia di Trento

 

In allegato: foto del convegno organizzato presso la Sala Adami dell’Ordine dei Medici (a Trento in via Zambra)