APT TRENTO * PRESENTATA LA 4ª BONDONE SKI MARATHON: TANTI BIG AL VIA NEL WEEKEND DEL 24 E 25 FEBBRAIO

Presentata a Trento la 4ª Bondone Ski Marathon. Tanti big al via nel weekend del 24 e 25 febbraio. Gli organizzatori dell’Apt Trento, Monte Bondone Valle dei Laghi e dell’Asd Charly Gaul Internazionale, che si avvalgono della collaborazione del Comune di Trento, del Centro Fondo Viote e della Scuola Sci Fondo Viote, hanno presentato la quarta edizione della «Viote Monte Bondone Nordic Ski Marathon», che sabato 24 e domenica 25 febbraio proporrà una doppia gara in tecnica classica e in tecnica libera.

L’evento, lanciato nella sede dell’Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, avrà duplice validità: sabato, sulla distanza dei 15 km e dei 30 km da affrontare in tecnica classica, la competizione avrà il compito di assegnare i titoli italiani cittadini e master, mentre domenica, sulle stesse distanze light e marathon ma in skating, assegnerà punti per le classifiche del Gran Fondo Master Tour.

La risposta degli specialisti degli sci stretti non si è fatta attendere, tant’è che la starting list sarà particolarmente qualificata. Al via ci saranno i forti portacolori del Team Trentino Robinson, tra cui Francesco Ferrari, recente vincitore alla «Pusterthaler Ski Marathon», seguito in scia dai due fiemmesi Mauro Brigadoi e Loris Frasnelli, che hanno già inserito il loro nome nell’albo d’oro della manifestazione rispettivamente nel 2016 e nel 2017.

Assieme a loro ci saranno il responsabile del team Bruno Debertolis, i gemelli valtellinesi Nicolas e Thomas Bormolini, il bolzanino Matteo Tanel e la giovane fiemmese Veronika Broll, che tenterà di dare filo da torcere alla più esperta Antonella Confortola, assoluta regina della passata edizione, nella quale aveva dominato sia a tecnica libera sia a tecnica classica.

Presenti anche gli alfieri del Team Futura, altra forte compagine trentina, che formalizzerà le iscrizioni dei propri atleti la prossima settimana. Per il momento hanno già confermato la propria presenza Francesco Mich, Marco Crestani, Silvano Berlanda, Gianni Zorzi, Andrea Longo, Paolo Sommadossi e Flavio Pellegrin.

«La Viote Monte Bondone Nordic Ski Marathon è nata quattro anni fa per valorizzare il centro del fondo delle Viote e il Monte Bondone – ha commentato la direttrice dell’Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi Elda Verones – Grazie alle abbondanti precipitazioni nevose, le piste si presenteranno nella loro veste migliore. Non è un caso che quest’inverno stiamo registrando numeri record in quanto a presenze nella nostra località. Voglio ringraziare fin d’ora il Comune di Trento, Asis, la Scuola Sci Monte Bondone e la Fisi, che ha dimostrato di credere nella nostra organizzazione.

 

*

Grazie a questa sinergia stiamo crescendo anno dopo anno».
«Il Monte Bondone è diventata una delle località di riferimento per gli sport della neve, merita di ospitare una tappa di Coppa Europa, che potrebbe arrivare già con la quinta edizione l’anno prossimo» ha aggiunto il presidente del Comitato Trentino della Fisi Angelo Dalpez, seguito nel proprio intervento dall’assessore allo sport del Comune di Trento Tiziano Uez, dalla rappresentante dell’Ufficio Sport di Trentino Marketing Elisa Rosati e dal presidente di Asis Antonio Divan, il quale ha fatto cenno al prestigio che questa gara si è costruita in pochi anni di vita e agli importanti circuiti dei quali è entrata a far parte; inoltre ha voluto ringraziare il direttore di gara Giuseppe Ploner per la professionalità con la quale si occupa dell’allestimento del percorso.

«Per il Centro del Fondo Viote questa è una stagione particolarmente felice – ha ribadito – dato che ad oggi abbiamo già contato 35.000 ingressi contro i 25.000 dello scorso anno».

Nelle due giornate di competizioni non mancheranno due nomi molto legati all’organizzazione e al Centro Fondo Viote, ovvero Luca Orlandi, che vanta esperienza di tanti anni di agonismo professionistico, e il neozelandese Jonathan Wyatt, marito di Antonella Confortola e presidente della World Mountain Running Association.
«Le condizioni delle piste sono ottime – ha spiegato l’ex azzurro Luca Orlandi durante la conferenza stampa di presentazione – L’innevamento è perfetto e ritengo che il tracciato sia all’altezza di ospitare eventi internazionali.

Io sono cresciuto come atleta sulle piste delle Viote e, se sono riuscito a entrare nel professionismo, è anche grazie al Monte Bondone e alla qualità che è in grado di offrire. Recentemente ho testato il percorso, che saprà valorizzare sia l’aspetto tecnico che paesaggistico del centro del fondo delle Viote. Sarà una gara bellissima».

Il percorso verrà definitivo dal direttore di gara e dai tecnici del Centro del fondo delle Viote dopo il sopralluogo previsto pochi giorni prima del via. L’obiettivo è quello di prevedere un anello di 15 km, che per le gare lunghe verrà ripetuto per due volte.

Nella giornata di sabato (tecnica classica) verranno assegnati anche i titoli italiani Cittadini e Master. Under 20, Senior femminili e Master femminili F1, F2 e F3 e Master 5 maschili si confronteranno su un tracciato di 15 km, mentre per le altre categorie (senior e Master 1, 2, 3 e 4 maschili) la distanza da coprire sarà di 30 km, la medesima che verrà affrontata dagli atleti delle categorie assolute. Domenica 25 febbraio si replicherà con le gare in tecnica libera, valide per il circuito Gran Fondo Master Tour, anche in questo caso con la possibilità di scelta tra i due percorsi di 15 e 30 km.

Eccezion fatta per i partecipanti alla rassegna tricolore, che devono seguire la procedura tramite il sistema online della Fisi, le iscrizioni si inviano dal sito ufficiale della manifestazione (www.skimarathonmontebondone.it). C’è tempo fino alle ore 18 del 22 febbraio. Gli iscritti dell’ultima ora potranno garantirsi un pettorale anche il giorno stesso della gara, sia sabato sia domenica, fino alle ore 9, presso l’ufficio gare allestito al centro del fondo delle Viote.