E’ di questi giorni la notizia del ritiro dagli scaffali di due lotti di prodotto Bauer, rispettivamente del Dado ai funghi porcini e Granulare ai funghi porcini. Ritiro che da quanto comunicato dalla ditta è stato volontariamente attivato a seguito di un’analisi effettuata sulla materia prima “fungo”, secondo campionamento interno volontario.

Inoltre come da prassi, la ditta Bauer ha prontamente informato la ASL locale e il richiamo immediato del lotto n.10327 di Granulare Fungo e del lotto n.10304 del Dado Fungo, dei prodotti dai negozi e dei punti vendita. L’azienda inoltre dichiara che in Trentino non sono stati distribuiti i due lotti, ma comunque raccomanda alle persone allergiche al latte o alle beta-lattoglobuline di non consumare i prodotti interessati dal richiamo e restituirli al punto vendita d’acquisto, oppure contattare l’azienda al numero 3404909501 sempre attivo o all’indirizzo mail dell’ufficio qualità: qualita@bauer.it.

Ad integrazione segnalo l’obbligo dei punti vendita di esporre la comunicazione ricevuta dal Ministero della salute.

Ma come fa il consumatore ad essere informato del ritiro di prodotti nazionali o esteri dovuti nei casi in cui un prodotto rappresenti un rischio per la salute o per verificare se l’allarme di ritiri di prodotti alimentari sono delle fake news?

Molto semplice il Ministero della salute ha reso disponibile una specifica area del portale che a seguito di continui e costanti accertamenti fatti dagli organi di controllo competenti e operatori del settore alimentare (OSA), potrà trovare tutti gli avvisi dei richiami di prodotti alimentari, oltre agli Avvisi di sicurezza alimentare del Ministero, Avvisi di sicurezza sui dispositivi medici, Allarmi consumatori e reazioni a notifiche di prodotti non alimentari pericolosi. Inoltre presso i punti vendita c’è l’obbligo di esporre la comunicazione ricevuta dal Ministero della salute.

 

*

Adoc del Trentino