A22 * L’ABC – L’AUTOSTRADA DEL BRENNERO IN CITTÀ: IL PROGETTO EDUCATIVO SI È TENUTO STAMANI PRESSO L’ISTITUTO GUETTI DI TIONE (TN)

Coinvolgente e partecipata la mattinata dedicata all’educazione stradale dal titolo “L’Abc – l’Autostrada del Brennero in Città”, il progetto educativo di Autostrada del Brennero, realizzato con la collaborazione della Polizia Stradale, della Provincia Autonoma di Trento, del Comune di Tione e della Comunità delle Giudicarie, tenutosi stamani presso l’Istituto Guetti di Tione. A partecipare sono state le classi terze, quarte e quinte della scuola.

Il progetto, volto a sensibilizzare i ragazzi delle scuole secondarie di secondo grado sul tema dell’educazione stradale, è giunto ormai alla sua quarta edizione.

L’evento verrà proposto nelle prossime settimane anche a Isola della Scala (Vr), Arco (Tn), Mantova, Montecchio Emilia (Re) e Sassuolo (Mo).

In apertura hanno portato i propri saluti e presentato l’evento ai ragazzi: la Dirigente dell’Istituto Guetti, Viviana Sbardella, la Presidente del Consiglio Istituzione, Antonella Collini, il Presidente della Comunità delle Giudicarie, Giorgio Butterini, il Dirigente del Compartimento Polizia Stradale per il Trentino – Alto Adige e Belluno, Costantino Capuano e il Presidente di Autostrada del Brennero, Luigi Olivieri.

È stato poi proiettato il pluripremiato film “Young Europe”, prodotto dalla Polizia di Stato e cofinanziato dalla Commissione Europea, ideato con il preciso scopo di promuovere un comportamento prudente alla guida. Utilizzando il tema dell’incidente automobilistico per parlare di legalità e sicurezza stradale, il film si rivolge ai ragazzi con un linguaggio semplice ed efficace.

Dopo la proiezione ha avuto luogo l’intervento degli operatori della Polizia di Stato e del personale di Autostrada del Brennero che, con la proiezione di alcuni incidenti colti dalle telecamere poste in autostrada, hanno coinvolto gli studenti in un dibattito sulla sicurezza stradale.

A seguire, gli studenti sono stati invitati a provare, a turno, degli speciali occhiali che, tramite una particolare tecnologia ottica, consentono a chi li indossa di vivere le stesse limitazioni che si hanno quando ci si trova in stato di ebbrezza provocando una leggera visione offuscata e un restringimento del campo visivo. In tal modo anche semplici attività come camminare dritti, restare in equilibrio su una gamba sola, o afferrare un mazzo di chiavi, risultano difficili. Per promuovere una guida responsabile, al termine dell’attività, è stato distribuito ad ogni studente un etilotest monouso.

Con quest’iniziativa Autostrada del Brennero continua il viaggio dedicato ai giovani, futuri utenti autostradali che aveva intrapreso tre anni fa attraverso il teatro come strumento formativo e didattico, con la pièce “Quando passa Nuvolari”.