LETTERE AL DIRETTORE

CASAPOUND TRENTINO: COMUNE DI MORI (TN): « LA MAGGIORANZA SI OPPONE AL DECRETO SICUREZZA, BASTA PENSARE ALL’ACCOGLIENZA »

La maggioranza si oppone al decreto sicurezza, CasaPound: basta pensare all’accoglienza. Anche Mori è stata chiamata a prendere una decisione sulla legge sicurezza e immigrazione. La maggioranza del Pd e l’associazione Insieme per Mori hanno presentato una mozione che impegnerà il sindaco a domandare al ministro una sospensione sull’applicazione della nuova legge.

“A Mori, abbiamo affisso uno striscione di protesta contro la mozione presentata dalla maggioranza del Pd e dall’associazione Insieme per Mori.

“Come CasaPound, chiediamo che il comune di […] Continua a leggere

BLOCCO STUDENTESCO TRENTO * REPLICA ALLA CONSIGLIERE COPPOLA: « I NOSTRI MANIFESTI NON CONTENGONO MESSAGGI DI RAZZISMO SESSISMO E DISCRIMINAZIONE »

Il Blocco studentesco Trento risponde alle accuse del consigliere Lucia Coppola. Ieri mattina siamo venuti a conoscenza delle accuse contenute in un’interrogazione di un consigliere provinciale della lista di sinistra, Futura 2018.

Questa interrogazione ci fa innanzitutto sorridere; infatti, i nostri manifesti sono stati accusati di razzismo, sessismo e di discriminazione; tutti messaggi che i nostri manifesti non contengono assolutamente, come si può verificare sulla nostra pagina Facebook.

L’interrogazione che  da una persona di una determinata parte politica che pare […] Continua a leggere

PIERGIORGIO BORTOLOTTI * SUSSIDIARIETÀ SOCIALE: « ESSERE VOLONTARI NON SIGNIFICA TOTALE GRATUITÀ, SE COSÌ FOSSE POTREBBERO OCCUPARSENE SOLTANTO I RICCHI ED I BENESTANTI »

C’è una massima, di autore ignoto, che recita: non puoi scoprire nuovi oceani fino a quando non hai il coraggio di perdere di vista la spiaggia.

Mi piace molto ed è quanto nel mio piccolo ho cercato e cerco ancora di fare, liberarmi da uno sguardo autocentrato per tentare di capire il mondo che mi attornia e i cambiamenti che la realtà propone.

Penso che solo in questa maniera sia possibile sintonizzarsi con le domande che il presente pone a […] Continua a leggere

LETTERA DI MASSIMO GIRARDI (PRESIDENTE TRANSDOLOMITES) AL REPORTER TRENTINO UCCISO A STRASBURGO, ANTONIO MIGALIZZI

Caro Antonio, non ci siamo mai conosciuti. C’è voluta la tragedia di Strasburgo per farE conoscere a me ed a tutti noi la Tua passione di Europa, di libertà.

Voglio porgere il mio saluto a Te ed alla Tua famiglia, che la pensate come me, ed allo stesso tempo lo voglio porgere a tutti quei giovani nei cui visi ed occhi leggo l’entusiasmo per la vita e del pensare positivo.

Con l’occasione a tutti rivolgo un invito a riflettere sul […] Continua a leggere

AGIRE PER IL TRENTINO * SENATORE PILLON AL FESTIVAL DELLA FAMIGLIA: BINELLI, ” PROTESTE INSENSATE, SU RAMADAN E SOROS NEMMENO UNA PAROLA “

Il senatore Pillon al Festival della Famiglia, “Proteste insensate, su Ramadan e Soros nemmeno una parola.” – di Sergio Binelli.

 

*

Gentile direttore,

da qualche giorno l’opinione pubblica è venuta a conoscenza del fatto che in Trentino al prossimo Festival della Famiglia sarà presente anche il senatore Simone Pillon (Lega), firmatario del ddl sull’affidamento condiviso dei figli. A seguito di quest’informazione la sinistra radicale e purtroppo anche quella moderata starebbero già organizzando delle manifestazioni contro l’arrivo del sen. Pillon […] Continua a leggere

MASSIMO GIRARDI * SS 241 DELLA VAL D’EGA: ” INACCETTABILE IL DISAGIO PER DIFETTO DI INFORMAZIONI SULLA SUA PERCORRIBILITÀ ” (FOTO)

Non percorribilità della Ss. 241 della Val d’Ega. Mercoledì 14 novembre alle ore 21.00 mi sono messo in viaggio da Sèn Jan di Fassa ( Vigo ) per recarmi a Bolzano.

A Passo Carezza giunto all’altezza del bivio per Passo Nigra ho trovato l’indicazione stradale che informava della chiusura della SS. 241 della Val D’ega.

All’altezza del lago di Carezza infatti (km 22,100 – km 22,600, km 23,100 – km 23,250) è stata istituita la chiusura notturna dalle ore 20:00 […] Continua a leggere

CLAUDIO TAVERNA / WWW.TRENTINOLIBERO.IT * CONSIGLIO PROVINCIALE TRENTO – GIUNTA DELLE ELEZIONI: ” LA RISOLUZIONE DELLE INCOMPATIBILITÀ È UN ATTO ETICAMENTE E GIURIDICAMENTE DOVUTO “

Dal sito trentinolibero.it, articolo di Claudio Taverna.

 

Non c’è solo la grana della mancata elezione dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio provinciale che il centrodestra ha mal gestito (1), in occasione della prima seduta, lo scorso 20 novembre. Infatti, non disponendo della “maggioranza strutturale” [24 consiglieri presenti al momento della votazione (2) ], avrebbe dovuto e potuto gestire il passaggio istituzionale in ben altro e fruttuoso modo.

Ma all’orizzonte si profila un’altra grana, forse ancor più delicata della prima. […] Continua a leggere

LUCIO GARDIN * GARDRING QUOTIDIANO ‘L’ADIGE’: ” LA SFIDA SARÀ SENSIBILIZZARE SULLA DISPARITÀ DI TRATTAMENTO E SULLA VIOLENZA FAMILIARE, ANCHE CON IL LINGUAGGIO DELL’IRONIA “

Scrivo in riferimento alle polemiche suscitate dal mio testo comico che intendeva ironizzare sul linguaggio di genere ma che invece ha finito col rendere risibile un tema drammatico. Ho lasciato trascorrere qualche giorno prima di intervenire, per comprendere meglio le ragioni mie e di tutti.

Inizio chiedendo scusa a chi si è sentito offeso dallo scritto. Mi devo imputare su questa vicenda una mancanza di sensibilità che non mi appartiene, chi mi conosce lo sa bene che mi commuovo facilmente, […] Continua a leggere

LIBERI E UGUALI DEL TRENTINO – ATTOLINI * REDDITO CITTADINANZA: ” LA NOSTRA PROPOSTA PARLA DI ‘ LAVORO DI CITTADINANZA ‘ CHE VUOLE GARANTIRE A TUTTI I RESIDENTI UN LAVORO DI QUALITÀ “

Leggo con interesse la lettera di Matteo Angeli sul reddito di cittadinanza e non posso che concordare con le sue osservazioni.

Il reddito di cittadinanza è una misura assistenziale che, come tale, non produce nulla, non crea lavoro, non permette di evolversi. Si limita a distribuire le risorse per far crescere il consenso e l’accondiscendenza tra le persone, invece che spingerle a credere in sé e sfruttare il proprio potenziale. E questo è il torto più grande che si possa […] Continua a leggere

ROBERTO PACCHER * CANILI IN TRENTINO: ” MI BATTERÒ AFFINCHÉ VENGANO STABILITE DELLE REGOLE BEN PRECISE IN MATERIA DI CINOFILIA “

È notizia di questi giorni, la vicenda di un cittadino che aveva la necessità di affidare il suo cane ad un canile della nostra Provincia e che per farlo ha dovuto rispondere ad un questionario composto da ben 216 domande. Sembra che il cittadino abbia potuto presentarsi all’”interrogatorio”, senza essere assistito da un legale di fiducia, e questa è forse l’unica buona notizia.

Un’analoga trafila burocratica spetta a chi, al contrario, decide di adottare un amico a quattro zampe, con […] Continua a leggere

(Pagina 1 di 8)